- Ad -
HomeNewsQuarta dose per tutti?

Quarta dose per tutti?

-

La quarta dose, ora consigliata per over-60 e soggetti fragili, sarà estesa a tutta la popolazione così come è stato per le prime tre dosi di vaccino?

Non si ha ancora una risposta certa a questa domanda, ma la direzione sembra essere quella. Vediamo per quale motivo e cosa dobbiamo aspettarci nelle prossime settimane.

Per conoscere invece tutte le informazioni aggiornate sulla quarta dose di vaccino anti covid-19 consulta la nostra pagina dedicata, aggiornata in tempo reale Prenotazione quarta dose vaccino anti covid-19: come prenotare

A chi è rivolta oggi la quarta dose?

Al momento la quarta dose è stata autorizzata per:

  • soggetti over-60, ossia tutte le persone nate nel 1962 ed anni precedenti
  • soggetti fragili, ossia le persone che hanno determinate patologie individuate dal ministero della Salute
  • ospiti RSA, ossia tutti i soggetti ospitati nelle residenze per anziani

Ci sarà una quarta dose per tutti?

Ci sono state le prime dichiarazioni in merito, partiamo da quella del sottosegretario alla salute Sileri, che già nello scorso Aprile affermava che esiste la possibilità di una quarta dose di vaccino anti covid-19 da somministrare, a partire dal prossimo autunno, ad una fascia più ampia della popolazione.

“Un richiamo con la quarta dose lo chiamerei semplicemente un richiamo, come avviene ogni anno quando si va il vaccino antinfluenzale”

Pierpaolo Sileri – sottosegretario al Ministero della Salute

L’analogia con il vaccino influenzare lascia quindi pensare che la possibilità di una dose di richiamo sia possibile, secondo alcuni scienziati anche probabile, quindi la risposta alla domanda “Ci sarà una quarta dose per tutti” al momento sembra tendere per il “si”, con molta probabilità sarà estesa ad una fascia di età più ampia, rispetto agli attuali over-60.

AIFA su vaccino quarta dose: chi vuole può farlo

E’ il direttore generale dell’AIFA, nella conferenza stampa di presentazione della campagna vaccinale con i nuovi vaccini aggiornati ad affermare quanto segue:

I vaccini bivalenti sono raccomandati alle categorie a rischio, così come è scritto nella circolare, ma chi vuole può farlo

Nicola Magrini – Direttore Generale dell’AIFA

In pratica viene poi ribadita l’importanza di proteggere le categorie a rischio, over-60 e soggetti fragili a cui oggi è destinata la quarta dose, ma si fa già un passo avanti parlando già di organizzazione logistica per permettere alle regioni di aprire le prenotazioni delle quarte dosi a tutti gli over-12, così come è stato per la terza dose.

Attendiamo quindi aggiornamenti nei prossimi giorni, dal lato loro le regioni affermano che senza un’indicazione precisa da parte del ministero, non si procederà con l’ampliamento della platea, ma l’autunno alle porte e la probabile risalita dei contagi spingerà ministero e regioni a prendere in fretta la decisione.

Quarta dose o richiamo (booster)?

In realtà l’Aifa non identifica questa dose come quarta ma tecnicamente si tratta di un richiamo (booster) a conclusione di un ciclo vaccinale primario articolato su tre dosi (ciclo primario standard più dose addizionale a distanza di almeno 28 giorni dall’ultima dose).

Smetteremo di contare il numero di dosi e ci abitueremo ad un “richiamo” annuale? Nei prossimi mesi la avremo la risposta.

Quali vaccini saranno somministrati e in che dosaggio?

Per questa dose di vaccino sono raccomandati i sieri a mRNA Pfizer (Comirnaty 30 mcg in 0,3 mL nei soggetti di età pari o superiore a 12 anni) e Moderna (Spikevax 50 mcg in 0,25 mL nei soggetti di età pari o superiore a 18 anni), da somministrare a distanza di almeno 120 giorni dalla dose addizionale.

Perché è necessaria questa dose aggiuntiva?

La raccomandazione di questa ulteriore dose di vaccino anti Covid-19 avviene tenendo conto dell’attuale situazione epidemiologica in cui si riscontra ancora un’elevata circolazione del virus.

La priorità è rappresentata dai soggetti fragili ed over-60, dove sempre il sottosegretario Sileri afferma:

Fare il vaccino in queste categorie determina il ripristino di un sistema immunitario tale che se incontri le variante hai un’ottima protezione nei mesi a venire e soprattutto in vista dell’autunno dove verosimilmente si riavrà una forte circolazione del virus ma su una popolazione largamente vaccinata o comunque guarita

Pierpaolo Sileri – sottosegretario al Ministero della Salute

Come sappiamo la durata e la protezione del ciclo vaccinale primario (prima e seconda dose) calano nel tempo, con effetti ridotti per esempio contro l’attuale variante Omicron, al contrario la terza dose (booster) si è rilevata molto efficace anche in questo caso nel prevenire forme gravi della malattia con particolare riduzione di ricoveri e decessi.

Proprio per questi motivi  e in via precauzionale, le autorità raccomandano il richiamo nelle persone più fragili.

La quarta dose per tutti sarà obbligatoria?

Il tema dell’obbligatorietà del vaccino è stata oggetto di molte polemiche e discussioni, la decisione di imporre un obbligo vaccinale per gli over-50 è stato da molti ritenuta corretta e necessaria, ma contestata da una parte della popolazione.

Al momento non è possibile stabilire se l’obbligo vaccinale per gli over-50 sarà esteso anche alla quarta dose, meno probabile che tale obbligo venga esteso anche a fasce di popolazione più giovane.

Per conoscere gli aggiornamenti sull’argomento e sulle modalità di prenotazione consulta la nostra pagina dedicata aggiornata in tempo reale Prenotazione quarta dose vaccino anti covid-19: come prenotare

Registrati su Prenotazione Vaccino

© Riproduzione riservata

Bolletta Luce e Gas troppo alta? Scopri come abbattere i costi nel nostro articolo L’esperto consiglia: come risparmiare sulla bolletta di luce e gas

- Ad -
- Ad -
Rimani Connesso
16,985FansMi piace
5,495FollowerSegui
2,458FollowerSegui
61,453IscrittiIscriviti
Ultime News
- Ad -
Più Lette
Leggi Anche
-