- Ad -
HomeNewsQuarantena Covid: le nuove regole

Quarantena Covid: le nuove regole

-

Niente quarantena a seguito di contatto con un positivo, ma rimane l’auto-sorveglianza. Isolamento per i soggetti positivi, cosa cambia fra vaccinati e non vaccinati. Questa ed altre novità sul nuovo Decreto Legge sulla quarantena Covid.

Ma cosa è cambiato rispetto a prima? L’intensa campagna vaccinale ha generato un allentamento delle misure restrittive sulla quarantena covid? Per quali categorie di persone ci sono i cambiamenti più significativi?

Analizziamo i vari casi per cercare di capire meglio.

Regole quarantena Covid: cosa cambia con il nuovo Decreto?

Innanzitutto cominciamo con il dire che, grazie alle vaccinazioni, ad alcune categorie che abbiano avuto contatti stretti con una persona positiva al COVID-19,  non sarà più applicata la quarantena preventiva.

Quarantena vaccinati e guariti: è necessaria?

A partire dal 1 Aprile, è stata abolita la quarantena per chi ha avuto un contatto con un positivo Covid.

Quindi non è necessario osservare la quarantena a seguito di un contatto con un positivo, a prescindere dal fatto di essere vaccinati o meno.

Queste persone dovranno tuttavia osservare un periodo di auto-sorveglianza, con l’obbligo di indossare le mascherine FFP2, fino al decimo giorno successivo all’ultima esposizione al soggetto positivo al COVID-19 (quindi 11 giorni compreso il giorno dell’ultimo contatto).

Se si è asintomatici al termine del periodo di autosorveglianza non deve essere effettuato alcun tampone, invece qualora comparissero dei sintomi, è prevista l’immediata effettuazione di un test antigenico rapido o molecolare, se il tampone risulta negativo ma persistono i sintomi si dovrà ripetere il test al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto stretto.

Contatto con un positivo - le regole
Contatto con un positivo – le regole

Vediamo di seguito cosa prevede il nuovo Decreto Legge per tutte le altre categorie.

I soggetti non vaccinati che hanno avuto un contatto stretto con un positivo cosa devono fare?

A partire dal 1 Aprile, anche per coloro che non siano vaccinati e hanno avuto un contatto stretto con un positivo al COVID-19, non è necessario osservare quarantena. Queste persone dovranno tuttavia osservare un periodo di auto-sorveglianza, con l’obbligo di indossare le mascherine FFP2, fino al decimo giorno successivo all’ultima esposizione al soggetto positivo al COVID-19 (quindi 11 giorni compreso il giorno dell’ultimo contatto).

Cosa cambia invece in caso di positività al COVID-19?

Per le persone contagiate è previsto l’isolamento ma le regole cambiano in base alla categoria a cui appartengono quindi vediamo più nel dettaglio cosa è previsto per loro:

Durata isolamento positivo covid
Durata isolamento positivo covid

Positivo con terza dose (quarantena terza dose)

Per coloro che hanno precedentemente ricevuto la terza dose (booster) o che abbiano completato il ciclo vaccinale primario (prima e seconda dose) da meno di 120 giorni, è previsto un isolamento di 7 giorni purché siano stati sempre asintomatici o risultino asintomatici da almeno 3 giorni con obbligo di un test molecolare o antigenico rapido negativo a partire dal settimo giorno.

Positivo non vaccinato o parzialmente vaccinato

Per coloro che non siano vaccinati oppure che non abbiano completato il ciclo vaccinale primario, o che lo abbiano completato da meno di 14 giorni è previsto un isolamento di 10 giorni con obbligo di un test molecolare o antigenico rapido negativo a partire dal decimo giorno

Ma cosa si intende per “contatto stretto”?

Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza anche per quanto riguarda la definizione di  “contatto stretto”  (esposizione ad alto rischio) di un caso probabile o confermato di COVID-19 con la quale si intende:

  • una persona che vive nella stessa casa di un caso COVID-19;
  • una persona che ha avuto un contatto fisico diretto con un caso COVID-19 (come per esempio una stretta di mano);
  • una persona che ha avuto un contatto diretto non protetto con le secrezioni di un caso COVID19 (ad esempio toccare a mani nude fazzoletti di carta usati);
  • una persona che ha avuto un contatto diretto (faccia a faccia) con un caso COVID-19, a distanza minore di 2 metri e di almeno 15 minuti;
  • una persona che si è trovata in un ambiente chiuso (ad esempio aula, sala riunioni, sala d’attesa dell’ospedale) con un caso COVID-19 in assenza di DPI (dispositivi di protezione individuale come per esempio le mascherine) idonei;
  • un operatore sanitario o altra persona che fornisce assistenza diretta ad un caso COVID-19 oppure personale di laboratorio addetto alla manipolazione di campioni di un caso COVID-19 senza l’impiego dei DPI raccomandati o mediante l’utilizzo di DPI non idonei;
  • una persona che ha viaggiato seduta in treno, aereo o qualsiasi altro mezzo di trasporto entro due posti in qualsiasi direzione rispetto a un caso COVID-19; sono contatti stretti anche i compagni di viaggio e il personale addetto alla sezione dell’aereo/treno dove il caso indice era seduto.

Gli operatori sanitari, sulla base di valutazioni individuali del rischio, possono ritenere che alcune persone, a prescindere dalla durata e dal setting in cui è avvenuto il contatto, abbiano avuto un’esposizione ad alto rischio.

Nuove misure per la scuola

Seguiamo l’andamento della pandemia semplificando man mano che andiamo avanti”.

Con queste parole il Ministro dell’istruzione Bianchi ha parlato delle misure del governo per semplificare le regole di rientro a scuola per gli studenti colpiti da Covid-19.

Leggi l’articolo dedicato per tutti i dettagli Covid scuola, le nuove regole dal 7 febbraio

Studenti colpiti da Covid: rientro in classe senza certificato medico

Con le nuove indicazioni è possibile il rientro in classe con il semplice esito negativo di un tampone rapido o molecolare, anche fai da te. Leggi qui i dettagli Covid scuola, le nuove regole dal 7 febbraio – Prenotazione vaccino

Studenti a contatto con un positivo: niente tampone per i vaccinati completi

Visto il crescente numero di bambini vaccinati, il governo ha deciso di dare la possibilità di evitare il tampone per il rientro a scuola per i soggetti vaccinati che hanno avuto un contatto stretto con un positivo. Rimane solo l’obbligo di indossare la mascherina FFP2 per almeno 10 giorni.

Per informazioni più dettagliate consultare la specifica sezione sul sito web del Ministero della Salute Cosa sapere su quarantena, isolamento, tracciamento (salute.gov.it)

© Riproduzione riservata

Bolletta Luce e Gas troppo alta? Scopri come abbattere i costi nel nostro articolo L’esperto consiglia: come risparmiare sulla bolletta di luce e gas

- Ad -
- Ad -
Rimani Connesso
16,985FansMi piace
5,495FollowerSegui
2,458FollowerSegui
61,453IscrittiIscriviti
Ultime News
- Ad -
Più Lette
Leggi Anche
-