- Ad -
Home Blog

Green Pass e Super Green Pass: differenze

Che differenze ci sono, cosa cambia, quali sono le regole, quanto dura il green pass, dove è obbligatorio e tutte le informazioni sulla certificazione verde che sta cambiamo la nostra vita

Alla luce delle continue modifiche in materia di green pass che stanno arrivando nelle ultime settimane,  i dubbi su cosa si può fare o non si può fare con i vari tipi di certificazione sono ancora molti.

Green pass e super green pass sono la stessa cosa? Green pass base, rafforzato o booster? In questo articolo cercheremo di riassumere e fare chiarezza iniziando con il capire cos’è questo documento che ormai fa parte inesorabilmente della nostra quotidianità.

Che cos’è il green pass?

Il green pass è una certificazione sia digitale che stampabile emessa esclusivamente attraverso la Piattaforma nazionale del Ministero della Salute attestante che una persona è in una delle seguenti condizioni:

  • aver effettuato la vaccinazione anti COVID-19 (secondo le tempistiche previste da Ministero della Salute)
  • aver ottenuto un risultato negativo ad un test antigenico rapido (tampone rapido) nelle ultime 48 ore o ad un test molecolare nelle ultime 72 ore;
  • essere guarita dal COVID-19 da non più di 6 mesi (180 giorni).

La Certificazione contiene un QR Code (codice a barre bidimensionale) attraverso il quale, utilizzando un’apposita applicazione, si può verificare la sua validità e autenticità.

Green pass da vaccinazione: cosa succede dopo ciascuna dose

Ad ogni dose di vaccino viene rilasciato un nuovo green pass, quindi un nuovo QR Code. Quali dosi di vaccino danno diritto al green pass? Quanto dura il green pass prima dose, seconda dose e dose booster (terza dose)? Senza terza dose posso avere il green pass? Come faccio a calcolare la validità del green pass?

Validità green pass

Cerchiamo di fare chiarezza, vedendo cosa succede dopo ciascuna dose di vaccino e quanto dura il green pass.

Quanto dura il green pass dopo prima dose

Il green pass ottenuto dopo la prima dose è valido a partire da 15 giorni dopo la vaccinazione e dura fino alla generazione del green pass relativo alla seconda dose, secondo i giorni di distanza che lo specifico vaccino prevede (ad esempio, Pfizer 21 giorni).

Nel caso in cui venisse contratta l’infezione Covid dopo la prima dose, si avrà diritto al green pass da guarigione, che sarà emesso entro il giorno successivo all’emissione del certificato di guarigione (tampone negativo).

Riguardo la tipologia di green pass, dopo la prima dose viene rilasciato il green pass rafforzato o super green pass, anche in caso di contagio e relativa generazione del green pass da guarigione.

Nel caso di sola prima dose, non si ha diritto al green pass illimitato, tranne nel caso in cui ci sia stata una doppia guarigione in due momenti diversi (vedi casistiche riportate in fondo a questo articolo)

Quanto dura il green pass dopo seconda dose

La validità del Green pass che viene rilasciato dopo la seconda dose, detto anche green pass di ciclo vaccinale primario, sostituisce quello “temporaneo” rilasciato dopo la prima dose, ha validità di 6 mesi (180 giorni) e viene sostituito dal green pass booster dopo la vaccinazione della terza dose (dose booster). Quindi la scadenza del green pass seconda dose è 6 mesi (180 giorni) a partire dalla data di somministrazione della seconda dose, oppure fino a quando non viene somministrata la terza dose.

Come per la prima dose, anche la tipologia di green pass rilasciata dopo la seconda dose è il green pass rafforzato (super green pass), qualora venisse contratta l’infezione e quindi venisse rilasciato il green pass da guarigione dopo aver fatto la seconda dose, si ha diritto al green pass illimitato, al pari di chi ha ricevuto tre dosi di vaccino.

Green pass dopo terza dose

Trascorsi massimo 6 mesi (180 giorni) dalla seconda dose, per ottenere un green pass aggiornato è necessario fare la terza dose (dose booster). La terza dose determina la generazione di un nuovo green pass, con validità illimitata, che certifica l’ottenimento del ciclo vaccinale completo.

Nel caso in cui venisse contratta l’infezione, verrà rilasciato un green pass da guarigione dal giorno successivo alla guarigione, anche questo green pass avrà durata 6 mesi.

Green pass dopo quarta dose

La quarta dose è attualmente consigliata a tutta la popolazione over-60 ed a determinate categorie di soggetti fragili (immudepressi) che abbiano già ricevuto da almeno 120 giorni una la dose addizionale a completamento del ciclo vaccinale primario (prima e seconda dose più dose aggiuntiva).

Di conseguenza anche la quarta dose determina la generazione di un nuovo green pass, anch’esso con validità illimitata, che certifica al pari della terza dose, l’ottenimento del ciclo vaccinale completo.

Quali tipi di green pass esistono?

  • Green pass base: è la certificazione verde Covid-19 rilasciata per vaccinazione, guarigione o a seguito di un test antigenico rapido o molecolare con risultato negativo;
  • Green pass rafforzato: è la certificazione verde Covid-19 che si ottiene solamente con la vaccinazione o guarigione.
  • Green pass booster:  è la certificazione verde Covid-19 che viene rilasciata a seguito della somministrazione della terza dose. Coloro che non abbiano ancora fatto la dose di richiamo potranno utilizzare il Green pass rafforzato ma unitamente dovranno presentare un documento attestante l’esito negativo di un test antigenico rapido o molecolare eseguito nelle 48 ore precedenti. Al momento il green pass booster è necessario solo per l’accesso alle strutture residenziali, socio-assistenziali, socio-sanitarie ed hospice (es. RSA per anziani).

Ma vediamo nel dettaglio cosa si può fare con ogni tipo di certificazione a seconda anche dei colori assegnati alle regioni in virtù delle variazioni settimanali dei contagi.

Green pass base, cosa si può fare?

A partire dal 1 Maggio 2022 il green pass base, non è più richiesto per accedere in luoghi pubblici e privati, inclusi bar, ristoranti, mezzi di trasporto e luoghi di lavoro.

Ricordiamo che fino al 30 Aprile la certificazione verde base era necessaria in molti luoghi, fra cui ristoranti, stadi, aerei, luoghi di lavoro, concorsi pubblici, corsi di formazione, università, treni, pulman turistici, navi, etc.

A partire dal 1 Maggio in nessun posto è necessario il green pass base, in questa fase in cui la curva dei contagi si sta abbassando, gli unici casi in cui è necessario il green pass è per RSA ed Ospedali, ma come meglio specificato in seguito, in quel caso serve il super green pass (quello ottenuto con la vaccinazione) e non il green pass base.

Quindi dopo l’alleggerimento delle misure che era stato effettuato il 1 Aprile quando era stata abolita la necessità di green pass base per attività commerciali, uffici pubblici, banche, poste, mezzi pubblici e ristoranti all’aperto, dal 1 Maggio l’ulteriore alleggerimento ha tolto le ultime restrizioni rimaste

Green pass rafforzato o super green pass, cosa si può fare?

Sempre a partire dal 1 Maggio i luoghi in cui resta obbligatorio l’utilizzo del green pass rafforzato (detto anche super green pass) che si ottiene con la vaccinazione, sono i seguenti:

  • RSA: quindi residenze per anziani, anche non autosufficienti, le strutture di ospitalità e lungodegenza, gli hospice, le residenze sanitarie assistite, le strutture riabilitative
  • Ospedali: per poter visitare in strutture ospedaliere o in genere residenze sanitari. Solo per effettuare visite, non è previsto green pass per i pazienti (es. ricovero, visite mediche, day hospital, etc)
Dove è necessario il Super Green Pass a partire dal 1 Maggio 2022

Green pass illimitato

Il green pass va in pensione? Non ancora, il famoso qrcode continuerà ad esistere, anche se diminuiscono le occasioni in cui saremo obbligati ad utilizzarlo.

Il governo ha infatti deciso di mantenere tutto il funzionamento legato a vaccini e tamponi, con l’obiettivo di avere uno strumento pronto e funzionante per il prossimo autunno, quando è probabile che aumenti nuovamente la circolazione del virus e di conseguenza avere uno strumento come il green pass permettere di applicare le politiche di contenimento della pandemia che ben conosciamo.

Il governo ha quindi deciso di rendere illimitato il green pass, quindi senza scadenza per tutto coloro che hanno fatto la terza dose oppure sono guariti ma hanno fatto almeno due dosi.

Leggi il nostro articolo di approfondimento Green pass illimitato? Da quando? E per chi?

Di seguito viene riportato uno specchietto riepilogativo elaborato dalla redazione di PrenotazioneVaccino.it che mette in evidenza i casi in cui è previsto il green pass illimitato

Green pass booster, quando serve?

Al momento il green pass booster è necessario solo per l’accesso alle strutture residenziali, socio-assistenziali, socio-sanitarie ed hospice (es. RSA per anziani). Ricordiamo che il green pass booster si ottiene, oltre che con la somministrazione della dose booster (terza dose) anche con il possesso di green pass rafforzato unito ad un tampone (rapido con durata 48 ore, molecolare con durata 72 ore), in quest’ultimo caso ovviamente la validità del green pass booster sarà limitata alla validità del tampone, quindi 48 ore per il tampone rapido e 72 ore per il molecolare.

Esenzione green pass

Sono esenti dal green pass i minori di 12 anni e tutti coloro che hanno una certificazione medica idonea che rispetti i criteri stabiliti dal Ministero della Salute e verificabili sul sito dedicato www.dgc.gov.it  sotto la voce ESENZIONI.

Per aggiornamenti sulla fine dello stato di emergenza e graduale abolizione dell’uso del green pass leggi il nostro articolo Abolizione Green pass: dal 31 Marzo inizia il ritorno alla normalità

 

REGISTRATI alla newsletter di Prenotazione Vaccino

© Riproduzione riservata

Bolletta Luce e Gas troppo alta? Scopri come abbattere i costi nel nostro articolo L’esperto consiglia: come risparmiare sulla bolletta di luce e gas

Vaccinazione a tutti senza limiti di età

Le indicazioni del generale Francesco Figliuolo sono state chiare, da oggi 3 Giugno, le regioni possono aprire le prenotazioni per la vaccinazione a tutte le fasce di età.

La notizia ha creato sicuramente aspettative fra le persone che attendono un vaccino, ma come più volte ricordato nelle pagine di PrenotazioneVaccino.it, la campagna vaccinale è gestita in autonomia dalle diverse regioni e provincie autonome, che stanno procedendo ad applicare le indicazioni nazionali in modo parziale ed in ordine sparso.

Consulta la pagina della tua regione per verificare eventuali limitazioni

 

REGISTRATI alla newsletter di Prenotazione Vaccino

© Riproduzione riservata

Bolletta Luce e Gas troppo alta? Scopri come abbattere i costi nel nostro articolo L’esperto consiglia: come risparmiare sulla bolletta di luce e gas

Covid, vaccino Pfizer esteso ai bambini dai 6 mesi ai 4 anni

Con la diffusione della circolare datata 9 Dicembre 2022 il Ministero della Salute ha dato il via libera alla somministrazione del vaccino Pfizer/BioNTech anti-Covid ai bambini nella fascia di età che va dai 6 mesi ai 4 anni compresi, approvando le indicazioni di EMA ed AIFA.

La circolare fa seguito al parere espresso in data 24 ottobre 2022 dalla Commissione Tecnico Scientifica di AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco), la quale aveva accolto favorevolmente l’approvazione espressa dall’EMA (Agenzia Europea dei Medicinali) in merito all’estensione dell’utilizzo dei vaccino Pfizer in età pediatrica (6 mesi-4 anni) in formulazioni da 3 microgrammi/dose.

A chi è raccomandato il vaccino?

Come si legge nella circolare in questione, “si estende la raccomandazione della vaccinazione anti-SARS-CoV2/COVID-19 ai bambini nella fascia di età 6 mesi – 4 anni (compresi) che presentino condizioni di fragilità, tali da esporli allo sviluppo di forme più severe di infezione da SARS-Cov2, e nello specifico le seguenti:

  • Grave immunodeficienza primitiva (es. immunodeficienza comune variabile, agammaglobulinemia di Bruton, Sindrome di Wiskott-Aldrich, S. di DiGeorge) o secondaria, compresi coloro che sono in trattamento per cancro o che sono sottoposti a trattamento immunosoppressivo per malattie immuno-mediate (es. collagenopatie, malattia di Crohn), o per la prevenzione del rigetto nel trapianto di organo solido, o bambini affettida HIV con conta di linfociti CD4+ inferiore a 200 elementi/mL);
  • Trapianto di midollo osseo/cellule staminali, o terapia con CAR-T cells;
  • Terapia con anticorpi depletanti il compartimento B cellulare;
  • Splenectomizzati o soggetti nati con asplenia;
  • Thalassemia Major, anemia a cellule falciformi e altre anemie croniche gravi;
  • Insufficienza cardiaca grave;
  • Ipertensione polmonare grave;
  • Difetti cardiaci cianotici congeniti, cuore univentricolare post-intervento di Fontan e altre
    malattie cardiache congenite complesse che hanno impatto sulla funzione cardiaca;
  • Broncodisplasia polmonare;
  • Anomalie strutturali delle vie aeree;
  • Ipoplasia polmonare grave;
  • Malattie polmonari croniche con una riduzione persistente della funzione polmonare;
  • Malattie renali croniche;
  • Diabete mellito di tipo 1;
  • Fibrosi cistica;
  • Pregresso stroke;
  • Condizioni neurologiche o neuromuscolari croniche;
  • Paralisi cerebrale infantile;
  • Sindrome di Down (trisomia 21) e altre cromosomopatie;
  • Obesità (> 97° percentile di BMI);
  • Neonati ex prematuri di età inferiore ai 2 anni;
  • Malattie sindromiche con grave compromissione delle attività quotidiane;
  • Disabilità grave ai sensi della legge 104/1992 art.3 comma 3).

Si legge, sempre nella circolare, che il vaccino è comunque accessibile a tutti i bambini appartenenti la fascia di età indicata, ossia dai 6 mesi ai 4 anni compiuti, (anche nel caso in cui non presentino condizioni di fragilità), i cui genitori ne facciano richiesta.

Quale vaccino sarà utilizzato?

Come si legge nel testo nella circolare, sarà utilizzato il vaccino Comirnaty (prodotto da Pfizer/BioNTech). Il ciclo vaccinale completo prevede 3 dosi (da 3 microgrammi ciascuna), con la seconda dose a 3 settimane dalla prima, e la terza dose ad almeno 8 settimane dalla seconda.

Il bambino che dovesse compiere 5 anni tra una dose e l’altra del ciclo di vaccinazione, dovrà comunque completare il ciclo.

Per tutte le informazioni dettagliate rimandiamo alla Circolare del Ministero della salute n.0049730 del 09/12/2022, disponibile cliccando su questo link.

Esattamente un anno fà, a Dicembre 2021, AIFA aveva ha già approvato l’estensione di utilizzo del vaccino Comirnaty di Pfizer alla la fascia d’età 5-11 anni.

Gli Usa fanno un passo avanti, approvato l’utilizzo dei vaccini bivalenti nella fascia 6 mesi-4 anni

Nelle stesse ore in cui in Italia viene dato il via libera alla vaccinazione dei piccoli dai 6 mesi ai 4 anni di età, l’Agenzia Americana del farmaco (FdA) ha approvato, per tale fascia di età, l’utilizzo dei vaccini bivalenti aggiornati a Omicron 4 e 5 prodotti da Moderna e da Pfizer-BioNTech.

Come afferma il commissario della Fda, Robert M. Califf Più bambini hanno adesso l’opportunità di aggiornare la loro protezione contro Covid-19 con un vaccino bivalente, e incoraggiamo i genitori e gli operatori sanitari a considerarla quando indicato, soprattutto mentre si va verso le feste natalizie e i mesi invernali, periodi duranti i quali si trascorre più tempo in ambienti chiusi. Poiché il virus” Sars-CoV-2 “è cambiato e l’immunità conferita dalla precedente vaccinazione diminuisce, più persone aggiornano la loro protezione e maggiori saranno i benefici per chi si protegge, per le famiglie e per la salute pubblica, grazie alla possibilità di prevenire malattie gravi, ricoveri e decessi”.

 

REGISTRATI alla newsletter di Prenotazione Vaccino

© Riproduzione riservata

Bolletta Luce e Gas troppo alta? Scopri come abbattere i costi nel nostro articolo L’esperto consiglia: come risparmiare sulla bolletta di luce e gas

Covid e influenza, i consigli degli esperti per un Natale sereno

Dopo due anni in cui abbiamo vissuto il Natale e tutte le festività con limitazioni importanti come lockdown e coprifuoco, quest’anno ci apprestiamo a tornare a vivere dei giorni di festa senza restrizioni, feste che potremmo definire quasi “normali”.

Tuttavia, il Covid non è ancora scomparso sfortunatamente, continuando a fare una media di 300-400 vittime a settimana con il picco di contagi previsto proprio per il periodo di Natale.

A questo si aggiunge l’influenza che quest’anno sta creando non pochi problemi, costringendo già migliaia di italiani a letto ed il cui picco si attende sempre nel periodo delle festività. Assisteremo quindi al contemporaneo esplodere dei contagi dovuti all’influenza Australiana ed al Covid che, sommati, porteranno a circa 170.000 contagi giornalieri proprio a ridosso del Natale, come afferma a La Repubblica il virologo Fabrizio Pregliasco, Direttore Sanitario dell’istituto Galeazzi di Milano.

Lo scenario non sembra incoraggiante ma vediamo come possiamo proteggerci e mettere al sicuro, per quanto possibile, le nostre meritate festività.

Come dobbiamo comportarci in vista delle festività?

Come spiegato da Francesco Vaia, Direttore Generale dell’Istituto Spallanzani di Roma alle colonne del Messaggero, “bisogna insistere con la campagna di prevenzione, mettersi in isolamento per almeno cinque giorni, quando positivi al coronavirus, e utilizzare la mascherina, se si è avuto un contatto con un ammalato e in tutte quelle circostanze che possono essere considerate rischiose. Per il resto, a differenza del precedente biennio, non c’è necessità di particolari restrizioni nei comportamenti“.

Non dovremo quindi rinunciare a riunioni famigliari e cenoni, pur sempre osservando importanti accorgimenti e “con giudizio e attenzione agli anziani e ai fragili in famiglia: per loro resta raccomandata la dose booster a distanza di quattro mesi dall’ultima, magari associata alla profilassi contro i malanni stagionali.” Prosegue Vaia: “…chi ha sintomi respiratori, soprattutto se ha anche la febbre, non deve partecipare ai cenoni. Anche se ha un tampone negativo al Covid“.

Dello stesso avviso è il virologo Antonio Cascio, Direttore dell’Unità Operativa di Malattie Infettive e del Centro di Riferimento Regionale AIDS presso il Policlinico P. Giaccone di Palermo secondo cui, come dichiarato a QdS.it, “Il rischio che il virus del Covid possa tornare ad essere cattivo è molto remoto, considerando anche il fatto che moltissima gente è vaccinata e che il virus tende a diventare più buono. Direi di passare un sereno Natale con amici, familiari e parenti, ma possibilmente facciamo vaccinare le persone anziane e quelle particolarmente a rischio prima delle feste e teniamole un po’ più a distanza e con la mascherina”.

Sarà un Natale pre-pandemia?

Questo è l’auspicio di Maria Rita Gismondo, Direttrice del Laboratorio di microbiologia clinica, virologia e diagnostica delle bioemergenze dell’Ospedale Sacco di Milano, che all’Adnkronos Salute ha dichiarato: “Fatte salve le precauzioni necessarie per proteggere da Covid e influenza le persone anziane e fragili, direi che quest’anno chi gode di buona salute potrà vivere un Natale com’era in tempi pre-Covid. Ce lo meritiamo, ci fa bene alla salute psichica e fa bene anche alla salute sociale ed economica” e continua esortando “Assolutamente vita normale e feste normali“.

Poche, ma fondamentali, raccomandazioni

Riassumendo, nonostante una situazione complicata, dovuta alla presenza contemporanea di due rilevanti ondate di virus respiratori come Covid e influenza, che promettono di raggiungere i loro picchi nel periodo di Natale, possiamo sperare di trascorrere le festività in maniera abbastanza tranquilla, a patto di rispettare poche ma importantissime indicazioni, che riassumiamo di seguito:

  • Partecipare a cenoni e riunioni familiari solo in mancanza di sintomi sospetti;
  • In presenza di sintomi, pur con tampone Covid negativo, evitare di partecipare a riunioni, soprattutto in presenza di fragili ed anziani;
  • Per soggetti anziani e fragili, sottoporsi prima possibile a vaccinazione antinfluenzale (se non già fatto) e ad una dose di richiamo per il Covid (solo se trascorsi almeno 120 giorni dal precedente richiamo), ossia alla quarta o quinta dose.

Ferme restando le raccomandazioni e le indicazioni degli esperti, che anche noi esortiamo a seguire, concludiamo associandoci all’invito a trascorrere delle festività quanto più normali e spensierate possibile, con la speranza di poterci lasciare tutti alle spalle due anni di grandi sacrifici.

Per dettagli sulla vaccinazione antinfluenzale e sulla Campagna di comunicazione del Ministero della Salute rimandiamo ai nostri due articoli:

 

REGISTRATI alla newsletter di Prenotazione Vaccino

© Riproduzione riservata

Bolletta Luce e Gas troppo alta? Scopri come abbattere i costi nel nostro articolo L’esperto consiglia: come risparmiare sulla bolletta di luce e gas

Tampone covid a Milano

Con l’incremento dei contagi che si sta registrando in queste settimane, unito alla diffusione del virus influenzale stagionale, è tornata la corsa al tampone covid in Lombardia.

Vediamo qui l’elenco aggiornato di tutte le farmacie di Milano e provincia che offrono la possibilità di effettuare un tampone rapido Covid.

Tamponi Covid nel comune di Acquafredda (BS)

PODAVINI LORENA - Via della Repubblica, 62 - 25010 - Telefono: 0309967976

Tamponi Covid nel comune di Adro (BS)

FARMACIA DI ADRO S.R.L. - Via Simoni, 26 - 25030 - Telefono: 0307356371

Tamponi Covid nel comune di Artogne (BS)

FARMACIA GHEZA SRL - Via IV Novembre, 3 - 25040 - Telefono: 0364591290

Tamponi Covid nel comune di Bagnolo Mella (BS)

FARMACIA INGARDI DELLA DR.SSA... - via Gramsci, 123 - 25021 - Telefono: 030620420

FARMACIA COMUNALE DR.SSA FACC... - via Maestri del Lavoro, 2 - 25021 - Telefono: 0306822148

Tamponi Covid nel comune di Bagolino (BS)

FARMACIA SAN ROCCO SNC DEI DO... - VIA S. Rocco 26 - 25072 - Telefono: 0365903104

Tamponi Covid nel comune di Barbariga (BS)

FARMACIA MARCHI S.R.L. - Via IV Novembre, 2/d - 25030 - Telefono: 0309971251

Tamponi Covid nel comune di Bassano Bresciano (BS)

BERTOLI PAOLO - via Mazzini, 40 - 25020 - Telefono: 0309935196

Tamponi Covid nel comune di Bedizzole (BS)

FARMACIA COMUNALE DI BEDIZZOLE - VIA MONS. A. BONTACCHIO, 5 - 25081 - Telefono: 0306870647

Tamponi Covid nel comune di Borgosatollo (BS)

FARMACIA DOTT.SSA BODINI CHIA... - Via Giordano Bruno, 21 - 25010 - Telefono: 0302500203

Tamponi Covid nel comune di Borno (BS)

VENTURELLI GIUSEPPE - VIALE GIARDINI 10 - 25042 - Telefono: 0364 312011

Tamponi Covid nel comune di Botticino (BS)

FARMACIA VALVERDE DELLA DOTT.... - VIA VALVERDE, 18 - 25082 - Telefono: 0302691219

Tamponi Covid nel comune di Bovezzo (BS)

FARMACIA DE MICHELIS DI CONTE... - VIA DEI PRATI 26 - 25073 - Telefono: 0302092566

Tamponi Covid nel comune di Brandico (BS)

FARMACIA SFONDRINI DEL DR. SF... - via 4 novembre, 2/B - 25030 - Telefono: 030 975741

Tamponi Covid nel comune di Breno (BS)

FARMACIA MINELLI DEL DOTT. MI... - Via Mazzini, 28 - 25043 - Telefono: 036422416

Tamponi Covid nel comune di Brescia (BS)

Brescia - CAP 25100

FARMACIA FIORENTINI DR.CARLO ... - via Armando Diaz 13/D - 25100 - Telefono: 0303757159

FARMACIA PALESTRO DEL DR. FRA... - Corso Palestro, 25 - 25100 - Telefono: 03048022

FARMACIA BUATIER S.N.C. - via Milano, 7/E - 25100 - Telefono: +3903043050

FARMACIA GIA' SPEDALI CIVILI ... - VIA EINAUDI, 7-9 - 25100 - Telefono: 0303756422

Brescia - CAP 25121

FARMACIA MISEROCCHI DI MISERO... - Via Moretto, 69 - 25121 - Telefono: 0303774582

FARMACIA S. AGATA DOTT.SSA SC... - via Dante 5 - 25121 - Telefono: 0303756462

FARMACIA SCHIAVO DEL DOTT. AN... - Via Trieste, 11 - 25121 - Telefono: 0303774272

Brescia - CAP 25122

FARMACIA CAPONATI DI DOTT. AN... - CORSO GARIBALDI 19/D - 25122 - Telefono: 0303756102

FARMACIA VIOTTI DOTT. FINULLI... - via San Faustino, 9 - 25122 - Telefono: 0302385079

FARMACIA DI VIA VOLTA S.R.L. - VIA VOLTA, 5 - 25122 - Telefono: 0303543585

Brescia - CAP 25123

FARMACIE COMUNALI DI BRESCIA ... - VIALE VENEZIA, 73 - 25123 - Telefono: 0303366008

Brescia - CAP 25124

BRAVI FARMACIE SRL (Brescia) - Via San Zeno, 95 - 25124 - Telefono: 0302420564

FARMACIA AUSTONI S.R.L. - VIA CREMONA, 37 - 25124 - Telefono: 0302422738

ACUTO S.N.C. DI MATTEO E GAIA... - via del Verrocchio, 33 - 25124 - Telefono: 030 2312131

Brescia - CAP 25125

Farmacia Chiesanuova SRL - Via Parenzo, 112 - 25125 - Telefono: 030348540

FARMACIA ZAMPEDRI DEL DOTT. G... - TRAVERSA XII, 93 - 25125 - Telefono: 0303542465

FARMACIA SANTA RITA SRL - Traversa Dodicesima Villaggio Sereno, 43 - 25125 - Telefono: 030348202

FARMACIA FORMENTI DEL DR. GIO... - Via Trento 1H - 25125 - Telefono: 0303701034

Brescia - CAP 25127

FARMACIA S. ANTONIO S.R.L. - via Chiusure, 225 - 25127 - Telefono: 030310502

FARMACIE COMUNALI DI BRESCIA ... - VIA DELLA CHIESA, 6 - 25127 - Telefono: 030312000

Brescia - CAP 25128

FARMACIA DEI SANTI FAUSTINO E... - Via Tommaseo, 44 - 25128 - Telefono: 030304713

FARMACIA BRIXIA SRL - via delle Gabbiane, 7 - 25128 - Telefono: 0302002326

FARMACIA CASTELLO SAS DI FERR... - VIA GALILEO GALILEI, 85/A - 25128 - Telefono: 030306760

FARMACIA ZADEI SRL - VIA SAN BARTOLOMEO, 26 - 25128 - Telefono: 030305315

SOCIETA' COOPERATIVA FARMACEU... - P.LE CESARE BATTISTI, 4/A - 25128 - Telefono: 030301218

Brescia - CAP 25131

FARMACIA FORNACI SRL - Via Adelaide Malanotte, 4 - 25131 - Telefono: 0302681519

Brescia - CAP 25133

FARMACIA SALUS DI CARDAMONE L... - via Ambaraga, 82 - 25133 - Telefono: 0302005163

Brescia - CAP 25135

FARMACIA LANZANI DOTT. CARLO ... - Via Pietro Cossa, 2 - 25135 - Telefono: 3393073737

Brescia - CAP 25136

FARMACIA VINCOLI S.R.L. - Via Triumplina, 254 - 25136 - Telefono: 0302005612

Tamponi Covid nel comune di Calvisano (BS)

FARMACIA PARI FRATELLI S.R.L. - VIA ROMA, 23 - 25012 - Telefono: 030968014

Tamponi Covid nel comune di Capriano del Colle (BS)

FARMACIA COPPINI DI COPPINI P... - Via Garibaldi, 29 - 25020 - Telefono: 0309745048

Tamponi Covid nel comune di Capriolo (BS)

FARMACIA COMUNALE DI CAPRIOLO... - PIAZZA MERCATO, 3 - 25031 - Telefono: 0307365500

Tamponi Covid nel comune di Carpenedolo (BS)

CARPENEDOLO SERVIZI S.R.L. - VIA XX SETTEMBRE, 201 - 25013 - Telefono: 0309966709

Tamponi Covid nel comune di Castel Mella (BS)

FARMACIA NAVONI DR PAOLO - Via della Fornace, 15 - 25030 - Telefono: 0303580624

FARMACIA CASCI CECCACCI DELLA... - Via Umberto I, 7 - 25030 - Telefono: 0302610201

Tamponi Covid nel comune di Castenedolo (BS)

FARMACIA SAN VITTORIO SNC DEL... - VIA Matteotti, 75 - 25014 - Telefono: 0302731119

Tamponi Covid nel comune di Castrezzato (BS)

FARMACIA CASTREZZATO DI TOMAS... - Via Finiletto, 11 - 25030 - Telefono: 0307146419

Tamponi Covid nel comune di Cazzago San Martino (BS)

FARMACIA DR. MARIO BARONIO &a... - via Duomo, 79 - 25046 - Telefono: 030725017

Tamponi Covid nel comune di Cerveno (BS)

VESPA TIZIANO - Via al Ponte, 35 - 25040 - Telefono: 0364433577

Tamponi Covid nel comune di Ceto (BS)

FARMACIA PANTEGHINI DELLE DOT... - via Badetto, 16 - 25040 - Telefono: 0364434524

Tamponi Covid nel comune di Cevo (BS)

FARMACIA DOTT. AMMOUNE JAMAL - Via Roma 23A - 25040 - Telefono: 0364634423

Tamponi Covid nel comune di Chiari (BS)

FARMACIA SANTA CHIARA DELLA D... - Via Sala, 20 - 25032 - Telefono: 030712870

FARMACIA FEDERICI DEL DOTT. M... - Via XXVI aprile, 30 - 25032 - Telefono: 030711200

Tamponi Covid nel comune di Cologne (BS)

FARMACIA COMUNALE DI COLOGNE ... - VIA PESCHIERA snc - 25033 - Telefono: 0307050139

Tamponi Covid nel comune di Comezzano-Cizzago (BS)

FARMACIA DR MAX ITALIA S.R.L. - Via Rudiana, 3 - 25030 - Telefono: 030972032

Tamponi Covid nel comune di Concesio (BS)

FARMACIA VERDEBIO S.R.L. - Via Costorio, 3 - 25062 - Telefono: 0305240771

FARMACIA LAZZARI DI LAZZARI G... - via Europa, 156 - 25062 - Telefono: 0302751033

Tamponi Covid nel comune di Corte Franca (BS)

FARMACIA F.LLI DANESI SRL - via Seradina, 11 - 25040 - Telefono: 030 9826701

FARMACIA CORTE FRANCA S.A.S. ... - Via A. Manzoni, 7 - 25040 - Telefono: 0309828208

Tamponi Covid nel comune di Corteno Golgi (BS)

FARMACIA DOTTOR-T SRL - Via Camillo Golgi, 95 - 25040 - Telefono: 036474123

Tamponi Covid nel comune di Corzano (BS)

FARMACIA ANNA MARIA MELONI - via Curzio, 9 - 25030 - Telefono: 0309971777

Tamponi Covid nel comune di Darfo Boario Terme (BS)

FARMACIA PASINELLI SRL - Corso Italia, 6 - 25047 - Telefono: 0364531410

Tamponi Covid nel comune di Dello (BS)

FARMACIA DELLA PIEVE SNC DEI ... - Via Piave, 7 - 25020 - Telefono: 0307992974

Tamponi Covid nel comune di Desenzano del Garda (BS)

DESENZANO AZIENDA SPECIALE SE... - centro commerciale Le Vele, via Adua, snc - 25015 - Telefono: 0309911939

LA FARMACIA CAPOLATERRA S.R.L. - via Marconi, 40 - 25015 - Telefono: 0309912557

Tamponi Covid nel comune di Erbusco (BS)

FARMACIA SANTA RITA S.R.L. - Via Trieste, 85 - 25030 - Telefono: 0307242651

Tamponi Covid nel comune di Esine (BS)

FARMACIA DI ESINE S.R.L. - Via Alessandro Manzoni, 24 - 25040 - Telefono: 0364 46028

FARMACIA FOPPOLI SRL - Via Casa Bianca, 3 - 25040 - Telefono: 0364 46475

Tamponi Covid nel comune di Fiesse (BS)

FARMACIA CONZADORI D.SSA MARI... - Piazza Caduti, 1A - 25020 - Telefono: 030950531

Tamponi Covid nel comune di Gambara (BS)

FARMACIA LOSIO DI ANDREA LOSI... - Piazza 4 Novembre, 3/A - 25020 - Telefono: 030 956109

Tamponi Covid nel comune di Gardone Riviera (BS)

FARMACIA STORARI S.N.C. DEL D... - Piazza Wimmer, 3 - 25083 - Telefono: 036520117

Tamponi Covid nel comune di Gardone Val Trompia (BS)

AZIENDA SERVIZI FARMACEUTICI ... - Via Matteotti, 300/A - 25063 - Telefono: 0308912510

Tamponi Covid nel comune di Gargnano (BS)

FARMACIA CREMASCHI DELLA DOTT... - Via Zanardelli, 1 - 25084 - Telefono: 036571380

Tamponi Covid nel comune di Gavardo (BS)

FARMACIE PASINI DI PASINI NAT... - VIA TERNI, 23B - 25085 - Telefono: 0365 31189

FARMACIA S. CHIARA DI ARRIGHI... - Piazza De Medici, 22 - 25085 - Telefono: 036531112

Tamponi Covid nel comune di Ghedi (BS)

FARMACIA SAN ROCCO SNC DI BIN... - Via Industriale, 64 - 25016 - Telefono: 0309030558

Tamponi Covid nel comune di Gussago (BS)

FARMACIA TOMASONI S.A.S. DI F... - VIALE ITALIA 1 - 25064 - Telefono: 0302529049

STORICHE FARMACIE DI GUSSAGO ... - via Peracchia 4/c - 25064 - Telefono: 2770375

Tamponi Covid nel comune di Iseo (BS)

FARMACIA GANDOSSI DI GANDOSSI... - Largo Zanardelli, 38 - 25049 - Telefono: 030980630

Tamponi Covid nel comune di Isorella (BS)

FARMACIA ISORELLA S.R.L. - Via Vittorio Emanuele II, 62 - 25010 - Telefono: 0309958155

Tamponi Covid nel comune di Lavenone (BS)

CAPOCASALE FRANCESCA - via Nazionale, 49 - 25074 - Telefono: 0365 823887

Tamponi Covid nel comune di Leno (BS)

ROSSI ROBERTA - Via Manzoni 168C - 25020 - Telefono: 0309039200

BRAVI FARMACIE SRL (Leno) - Piazza Cesare Battisti, 43 - 25024 - Telefono: 0309067735

FARMACIA DOTT.SSA SARTIRANA D... - VIA G. GARIBALDI 21 - 25024 - Telefono: 030906213

Tamponi Covid nel comune di Lonato del Garda (BS)

FARMACIA MORANDI SRL - Via Cesare Battisti, 8 - 25017 - Telefono: 0309131739

Tamponi Covid nel comune di Lumezzane (BS)

FARMACIA MESITI DELLA DOTT.SS... - Via Ragazzi del 99, 49/b - 25065 - Telefono: 0302382989

FARMACIE LANZANI S.A.S. DI LA... - Piazza Portegaia, 10 - 25065 - Telefono: 030828931

FARMACIA FARMAGORA' LUMEZZANE... - VIA MATTEOTTI 45/M - 25066 - Telefono: 030871313

Tamponi Covid nel comune di Maclodio (BS)

FARMACIA SANT'ANNA DOTT.SSA G... - Piazza Caduti di Nassiriya 7 - 25030 - Telefono: 0309973891

Tamponi Covid nel comune di Manerbio (BS)

FARMACIA DR. MAX MANERBIO MAZ... - Via Giuseppe Mazzini, 29 - 25025 - Telefono: 0300961409

ACM SRL - Azienda Comunale Ma... - via Cremona, 10 - 25025 - Telefono: 0309380111

Tamponi Covid nel comune di Mazzano (BS)

FARMACIA FERRARI S.A.S. DI FE... - via Brescia, 106 - 25080 - Telefono: 030 2120401

Farmacia Canino Giovanna Dona... - Via Fratelli Kennedy, 1 - 25080 - Telefono: 0302596791

Tamponi Covid nel comune di Milzano (BS)

TAFFARELLO MARTA - VIA FRATELLI BANDIERA 3 - 25020 - Telefono: 030954361

Tamponi Covid nel comune di Moniga del Garda (BS)

FARMACIA STILO DI STILO RAFFA... - Via San Giovanni, 32/34 - 25080 - Telefono: 0365502143

Tamponi Covid nel comune di Montichiari (BS)

FARMACIA DOTT. ENRICO BERTANZ... - Via Trieste, 75 - 25018 - Telefono: 030 961211

MIMINI LUIGI - PIAZZA SANTA MARIA, 13 - 25018 - Telefono: 030961697

FARMACIA SORELLE MELODI SNC D... - Via Bassa 15/17 - 25018 - Telefono: 0300983654

FARMACIA COMUNALE 2 MONTICHIA... - Via Brescia, 149 - 25018 - Telefono: 0303372010

EFFELUNGA FARMACIE SRL - UNIP... - Via Mantova, 93 - 25018 - Telefono: 030962451

Tamponi Covid nel comune di Nave (BS)

NAVE SERVIZI SRL (Comunale Na... - VIA BRESCIA, 155/K - 25075 - Telefono: 0302530346

Tamponi Covid nel comune di Niardo (BS)

FARMACIA DOTT.SSA MARILENA RI... - Via Nazionale, 18 - 25050 - Telefono: 0364330420

Tamponi Covid nel comune di Ono San Pietro (BS)

TABONI CRISTINA FAUSTA - VIA RONCHI, 1 - 25050 - Telefono: 0364434113

Tamponi Covid nel comune di Orzinuovi (BS)

FORNARI GUIDO - VIA BEMBO 15 - 25030 - Telefono: 0309940832

FARMACIA ADUA DI GATTI PATRIZ... - Via Bracesco, 3/B - 25034 - Telefono: 030 0971322

FARMACIA MAGLI DI MAGLI LAURA... - PIAZZA VITTORIO EMANUELE, 77 - 25034 - Telefono: 030941408

FARMACIA TINTI S.R.L. - Piazza Vittorio Emanuele II, 43 - 25034 - Telefono: 030941200

Tamponi Covid nel comune di Ospitaletto (BS)

FARMACIA CECCON DEL DOTTORE C... - Via Padana Superiore, 165 - 25035 - Telefono: 030 0941979

Tamponi Covid nel comune di Padenghe sul Garda (BS)

FARMACIA BERETTA MARIO - VIA VERDI 5 - 25080 - Telefono: 0309907013

Tamponi Covid nel comune di Paderno Franciacorta (BS)

FARMACIA BOTTURI DI CHIARA BO... - via Padre Marcolini, 5 - 25050 - Telefono: 3347456096

Tamponi Covid nel comune di Paitone (BS)

FARMACIA PAITONE DI GIBELLI A... - via Italia, 55/a - 25080 - Telefono: 030691796

Tamponi Covid nel comune di Palazzolo sull'Oglio (BS)

FARMACIA SAN GIUSEPPE SNC DI ... - Via Malogno, 2 - 25036 - Telefono: 030 7401023

FARMACIA COTTINELLI DELLE DOT... - VIA GARIBALDI 1 - 25036 - Telefono: 030731370

FARMACIA LUOSI DR. MASSIMO DI... - Piazza Zamara, 4 - 25036 - Telefono: 030 7401017

FARMACIA BUSETTI DI PLEBANI D... - VIA FIRENZE 32 - 25036 - Telefono: 030738013

Farmacia Valcamonica - Via Marconi, 41 - 25036 - Telefono: 0307402041

AFM SPA - FARMACIA COMUNALE P... - via Zeno Piccinelli, 4 - 25036 - Telefono: 0308366231

Tamponi Covid nel comune di Paratico (BS)

FARMACIA PERANI DI ALBERTO PE... - Via XXIV maggio, 49 - 25030 - Telefono: 035910478

Tamponi Covid nel comune di Piancogno (BS)

FARMACIA GHEZA DI GHEZA E MAN... - VIA VITTORIO VENETO 34 - 25100 - Telefono: 036445035

Tamponi Covid nel comune di Pisogne (BS)

FARMACIA BONETTI BULGARI S.R.... - Viale Rimembranze, 7 - 25055 - Telefono: 0364 880460

Tamponi Covid nel comune di Polpenazze del Garda (BS)

FARMACIA DAL PRETE ANGELO - VIA DELLA VALLE 6 - 25080 - Telefono: 0365674080

Tamponi Covid nel comune di Pontoglio (BS)

FARMACIA S. ANNA SRL - Via Industria, 9 - 25037 - Telefono: 030737546

Tamponi Covid nel comune di Pralboino (BS)

FARMACIA INGARDI DOTT. ANTONI... - Via Garibaldi, 35 - 25020 - Telefono: 030954100

Tamponi Covid nel comune di Provaglio d'Iseo (BS)

FARMACIA COMUNALE PROVEZZE DI... - Via Montegrappa 4 - 25050 - Telefono: 0309823676

Tamponi Covid nel comune di Quinzano d'Oglio (BS)

FARMACIA RABAIOLI DI RABAIOLI... - Via Cavour, 14 - 25027 - Telefono: 0309924001

Tamponi Covid nel comune di Remedello (BS)

FARMACIA COMUNALE DELLA PIAZZ... - Piazza Feltrinelli, 3 - 25010 - Telefono: 0305407385

Tamponi Covid nel comune di Roccafranca (BS)

FARMACIA GRISOLI S.R.L. - Via Kennedy, 4 - 25030 - Telefono: 0307090641

FARMACIA VITALI SARA - Via Cesare Battisti n.23/A - 25030 - Telefono: 030 7090046

Tamponi Covid nel comune di Rodengo Saiano (BS)

FARMACIA S. DIONIGI SAS - Via Ponte Cingoli 2 - 25050 - Telefono: 030610122

Tamponi Covid nel comune di Roncadelle (BS)

RONCADELLE SERVIZI SRL - VIA ROMA, 13 - 25030 - Telefono: 0302584890

Tamponi Covid nel comune di Rovato (BS)

FARMACIA COMUNALE VIA FRANCIA... - via Franciacorta, 38 - 25038 - Telefono: 030 723252

COTTINELLI ALBERTO - PIAZZA CAVOUR, 14 - 25038 - Telefono: 0307721100

FARMACIA OSPEDALE S.R.L. - Corso Bonomelli Silvio, 138 - 25138 - Telefono: 0307242116

Tamponi Covid nel comune di Rudiano (BS)

FARMACIA NUOVA RUDIANO S.N.C.... - Via Sacerdoti Grumelli, 27 - 25030 - Telefono: 0303456092

FARMACIA DEL DOTT. DI TOMA B.... - Piazza Martiri della Liberta, 18 - 25030 - Telefono: 030716112

Tamponi Covid nel comune di Salò (BS)

FARMACIA CENTRALE SALO' S.R.L. - Piazza Martiri della Libertà - 25087 - Telefono: 036542676

FARMACIA DE PAOLI DEL DOTT. F... - via San Carlo, 7 - 25087 - Telefono: 036520822

STORICA FARMACIA DEL BENACO D... - Via Nazario Sauro, 7 - 25087 - Telefono: 036520760

Tamponi Covid nel comune di Sarezzo (BS)

MESITI MARIA PIA - Via Dante Alighieri, 2 - 25068 - Telefono: 030800759

Farmacia Centrale SAS Dott. M... - VIA REPUBBLICA, 102 - 25068 - Telefono: 0308901167

Tamponi Covid nel comune di Sirmione (BS)

FARMACIA COMUNALE SIRMIONE - VIA VERONA, 47 - 25019 - Telefono: 0309905007

FARMACIA INTERNAZIONALE SIRMI... - via Colombare, 130 - 25019 - Telefono: 030919054

Tamponi Covid nel comune di Soiano del Lago (BS)

LA NOSTRA FARMACIA DEL DOTTOR... - piazza Umberto I, 2 - 25080 - Telefono: 0365676095

Tamponi Covid nel comune di Sonico (BS)

FARMACIA ALTAVALLE DI SIMONCI... - VIA NAZIONALE, 48/E - 25048 - Telefono: 036475330

Tamponi Covid nel comune di Sulzano (BS)

FARMACIA FESTA DI FESTA MICHE... - Via Cesare Battisti, 70 - 25078 - Telefono: 030 985147

Tamponi Covid nel comune di Temù (BS)

FARMACIA DELLO SPORTIVO S.A.S... - Via Roma, 95/A - 25050 - Telefono: 0364948002

Tamponi Covid nel comune di Tignale (BS)

FRASSINE MARIKA - Via XXIV Maggio, 1 - 25080 - Telefono: 036573031

Tamponi Covid nel comune di Torbole Casaglia (BS)

FARMACIA PRANDI DEI DOTTORI M... - Piazza Repubblica, 8 - 25030 - Telefono: 0302650140

Tamponi Covid nel comune di Toscolano-Maderno (BS)

FARMACIA GLORIA DI ISOLI DR.G... - Via Statale, 19 - 25088 - Telefono: 0365641040

Tamponi Covid nel comune di Travagliato (BS)

Farmacia Santi Pietro e Paolo... - Via Andrea Mai, 43/45 - 25039 - Telefono: 0307284247

FARMACIA SAN FRANCESCO SNC - Piazza degli Alpini, 2 - 25039 - Telefono: 0306864102

Tamponi Covid nel comune di Trenzano (BS)

FARMACIE LANZANI S.A.S. DI LA... - Via Coniglio 15 - 25030 - Telefono: 0309977019

Tamponi Covid nel comune di Vestone (BS)

UBERTI GIACOMO - Via Rinaldini 26/D - 25078 - Telefono: 036581120

Tamponi Covid nel comune di Vezza d'Oglio (BS)

FARMACIA BULFERI DR.SSA NOEMI - VIA NAZIONALE, 100 - 25059 - Telefono: 036476162

Tamponi Covid nel comune di Villa Carcina (BS)

FARMACIA 1915 S.N.C. DR.RI D.... - Via Glisenti, 78 - 25069 - Telefono: 0307822314

Tamponi Covid nel comune di Villachiara (BS)

FARMACIA SFONDRINI DEL DR. SF... - via Roma, 2 - 25030 - Telefono: 030 9947921

Tamponi Covid nel comune di Villanuova sul Clisi (BS)

Farmacia Salvo - de Paoli S... - Viale Brescia, 1 - 25089 - Telefono: 036531307

Tamponi Covid nel comune di Vobarno (BS)

PROGETTO VOBARNO S.R.L. - via Castegnino, 16 - 25079 - Telefono: 0365598001

Per ulteriori informazioni si rimanda al portale della regione Lombardia Accesso ai Punti tampone per l’erogazione del test antigenico/molecolare in ambito SSR (regione.lombardia.it)

Per informazioni sulle farmacie che effettuano la vaccinazione covid, consultare la pagina Lombardia dove ci sono tutte le informazioni sulla vaccinazione anti covid19 in Lombardia

 

REGISTRATI alla newsletter di Prenotazione Vaccino

© Riproduzione riservata

Bolletta Luce e Gas troppo alta? Scopri come abbattere i costi nel nostro articolo L’esperto consiglia: come risparmiare sulla bolletta di luce e gas

Vaccino antinfluenzale 2022

Dopo due anni di latenza, quest’anno torna a farci visita, in maniera piuttosto aggressiva, l’influenza. Trattandosi di un virus isolato per la prima volta in Australia (che ne ha sperimentato gli effetti prima di noi) la variante che circola attualmente è stata soprannominata l’Australiana.

Arrivata in Italia con largo anticipo rispetto a quanto succedeva in fase pre-pandemica, (quando la stagione influenzale raggiungeva il suo picco tra Gennaio e Febbraio) sta già costringendo a letto molti Italiani, soprattutto bambini in fascia di età 0-5 anni, particolarmente suscettibili al contagio (per un approfondimento su questo tema rimandiamo al nostro articolo Influenza e Covid, come distinguerli? Caratteristiche, sintomi e differenze.)

Ma come ogni anno, viene offerta a tutti i cittadini la possibilità di sottoporsi al vaccino antinfluenzale che, sebbene non escluda con certezza il contagio costituisce, secondo gli esperti, la strategia più efficace per proteggersi da complicazioni e forme gravi. Ma entriamo nel dettaglio.

Cos’è un vaccino antinfluenzale e come funziona?

Un vaccino antinfluenzale rappresenta, secondo le Autorità Sanitarie, l’arma più efficace di prevenzione dell’influenza. Si tratta di un siero da iniettare per via intramuscolare e che stimola il sistema immunitario di chi si sottopone a vaccinazione, portandolo a produrre anticorpi specifici contro il virus dell’influenza, i cui ceppi virali possono mutare ogni anno.

Questo è possibile poiché, come spiega l’Istituto Superiore di Sanità “la composizione del vaccino antinfluenzale viene aggiornata ogni anno secondo le indicazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), sulla base delle informazioni epidemiologiche e virologiche raccolte dalla rete Globale dei 148 Centri Nazionali Influenza di collaborazione, attiva tutto l’anno. Ciò permette non solo di monitorare l’andamento globale della trasmissione dell’influenza ma anche di identificare e caratterizzare i ceppi circolanti e contribuire così all’aggiornamento della composizione vaccinale utilizzabile nella stagione successiva.”

La protezione indotta dalla vaccinazione inizia circa due settimane dopo l’inoculazione ed ha una durata di sei/otto mesi, dopo i quali inizia a diminuire gradualmente. Per tale motivo è necessario sottoporsi ogni anno a vaccinazione con sieri aggiornati in base ai ceppi virali in circolazione.

A chi è raccomandata la vaccinazione antinfluenzale?

Il Ministero della Salute da indicazione al vaccino antinfluenzale per tutti i soggetti a partire dai 6 mesi di età, tranne nei casi in cui vi siano specifiche controindicazioni.

Vi sono tuttavia alcune categorie di soggetti considerate a rischio e che per questo hanno la massima priorità. Tali categorie sono state rivalutate e modificate dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per l’attuale stagione vaccinale, in ragione della situazione di contingenza causata dal protrarsi della pandemia da Covid19, da cui la valutazione delle categorie più a rischio non può prescindere.

Quali sono le categorie considerate a rischio?

Di seguito la lista dei soggetti considerati più a rischio, per cui la vaccinazione antinfluenzale è raccomandata con la massima priorità e offerta gratuitamente:

  • operatori sanitari;
  • adulti anziani;
  • donne in gravidanza;
  • persone con patologie di base;
  • bambini (in particolare quelli di età inferiore ai 5 anni)

A seguire la lista dettagliata dei soggetti ai quali la vaccinazione è raccomandata e offerta gratuitamente (così come riportata nella circolare 0031738-06/07/2022 emessa dal Ministero della Salute):

Persone ad alto rischio di complicanze o ricoveri correlati all’influenza:

  • Donne che all’inizio della stagione epidemica si trovano in gravidanza e nel periodo “postpartum”.
  • Soggetti dai 6 mesi ai 65 anni di età affetti da patologie che aumentano il rischio di complicanze da influenza:

a) malattie croniche a carico dell’apparato respiratorio (inclusa l’asma grave, la displasia broncopolmonare, la fibrosi cistica e la broncopatia cronico ostruttiva-BPCO);
b) malattie dell’apparato cardio-circolatorio, comprese le cardiopatie congenite e acquisite;
c) diabete mellito e altre malattie metaboliche (inclusi gli obesi con indice di massa corporea BMI>30;
d) insufficienza renale/surrenale cronica;
e) malattie degli organi emopoietici ed emoglobinopatie;
f) tumori e in corso di trattamento chemioterapico;
g) malattie congenite o acquisite che comportino carente produzione di anticorpi, immunosoppressione indotta da farmaci o da HIV;
h) malattie infiammatorie croniche e sindromi da malassorbimento intestinali;
i) patologie per le quali sono programmati importanti interventi chirurgici;
j) patologie associate a un aumentato rischio di aspirazione delle secrezioni respiratorie (ad es. malattie neuromuscolari);
k) epatopatie croniche;

  • Soggetti di età pari o superiore a 65 anni.
  • Bambini e adolescenti in trattamento a lungo termine con acido acetilsalicilico, a rischio di Sindrome di Reye in caso di infezione influenzale.
  • Individui di qualunque età ricoverati presso strutture per lungodegenti.
  • Familiari e contatti (adulti e bambini) di soggetti ad alto rischio di complicanze (indipendentemente dal fatto che il soggetto a rischio sia stato o meno vaccinato).

Soggetti addetti a servizi pubblici di primario interesse collettivo e categorie di lavoratori:

  • Medici e personale sanitario di assistenza in strutture che, attraverso le loro attività, sono in grado di trasmettere l’influenza a chi è ad alto rischio di complicanze influenzali.
  • Forze di polizia.
  • Vigili del fuoco.
  • Altre categorie socialmente utili che potrebbero avvantaggiarsi della vaccinazione, per motivi vincolati allo svolgimento della loro attività lavorativa; a tale riguardo, la vaccinazione è raccomandata ed è facoltà delle Regioni/PP.AA. definire i principi e le modalità dell’offerta a tali categorie.
  • Infine, è pratica internazionalmente diffusa l’offerta attiva e gratuita della vaccinazione antinfluenzale da parte dei datori di lavoro ai lavoratori particolarmente esposti per attività svolta e al fine di contenere ricadute negative sulla produttività.

Personale che, per motivi di lavoro, è a contatto con animali che potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzali non umani:

  • Allevatori.
  • Addetti all’attività di allevamento.
  • Addetti al trasporto di animali vivi.
  • Macellatori e vaccinatori.
  • Veterinari pubblici e libero-professionisti.

Altre categorie cui la vaccinazione è fortemente raccomandata:

  • Donatori di sangue.
  • Bambini sani nella fascia di età 6 mesi – 6 anni.
  • Soggetti nella fascia di età 60-64 anni.

Il vaccino antinfluenzale ha delle controindicazioni?

Come qualunque altro tipo di vaccino o medicinale, anche il vaccino antinfluenzale presenta delle controindicazioni. In particolare (sempre come riportato nella circolare del Ministero della Salute già citata) non può essere somministrato:

  • a lattanti di età inferiore ai 6 mesi;
  • a soggetti che abbiano manifestato una reazione allergica grave dopo la somministrazione di una precedente dose o una reazione allergica grave ad una componente del vaccino;
  • una malattia acuta di media o grave entità, con o senza febbre, costituisce una controindicazione temporanea alla vaccinazione, che va rimandata a guarigione avvenuta;
  • più in generale, specifiche controindicazioni alla somministrazione dei vaccini antinfluenzali sono contenute nella scheda tecnica del prodotto.

Condizioni che non rappresentano controindicazione al vaccino antinfluenzale

Per contro, sempre secondo le indicazioni del Ministero della Salute, alcune condizioni non rappresentano assolutamente un divieto a sottoporsi al vaccino antinfluenzale, di seguito l’elenco:

  • Allergia alle proteine dell’uovo, con manifestazioni non anafilattiche.
  • Malattie acute di lieve entità.
  • Gravidanza.
  • Allattamento.
  • Infezione da HIV e altre immunodeficienze congenite o acquisite. La condizione di
    immunodepressione non costituisce una controindicazione, salvo quanto precisato a
    proposito del vaccino vivo attenuato, alla somministrazione della vaccinazione
    antinfluenzale. La somministrazione del vaccino potrebbe non evocare una adeguata
    risposta immune. Una seconda dose di vaccino non migliora la risposta anticorpale in
    modo sostanziale.

Sottolineiamo a tal proposito, come già menzionato, che le donne in gravidanza e nel periodo del postpartum rappresentano categorie a rischio a cui la vaccinazione antinfluenzale è fortemente raccomandata.

Il vaccino antinfluenzale può essere somministrato in concomitanza con altri vaccini?

La circolare prosegue: “I soggetti che rientrano nelle categorie indicate possono ricevere, se necessario, il vaccino antinfluenzale contemporaneamente ad altri vaccini (vedi PNPV vigente), in sedi corporee e con siringhe diverse. Fatte salve specifiche indicazioni d’uso, è possibile altresì, laddove sostenibile, la cosomministrazione di tutti i vaccini antinfluenzali con i vaccini anti-SARS-CoV-2/COVID19

E’ possibile che il vaccino antinfluenzale provochi reazioni indesiderate?

Gli effetti indesiderati più comuni facenti seguito alla somministrazione di vaccino un antinfluenzale consistono in reazioni locali come, ad esempio: dolore, eritema e gonfiore nel sito di iniezione.
Le reazioni più comuni includono anche malessere generale, febbre, mialgie, che possono comparire dalle 6 alle 12 ore dalla somministrazione e che possono persistere per 1 o 2 giorni.

Si raccomanda, in ogni caso, di segnalare qualunque reazione che non rientri tra le più comuni e transitorie, al sistema di farmacovigilanza dell’AIFA (www.vigifarmaco.it).

I vaccini antinfluenzali sono sicuri?

Come sottolinea il Ministero della Salute: “I vaccini autorizzati per l’uso nell’uomo sono prodotti biologici sicuri poiché sono sottoposti ad una serie di controlli accurati che vengono effettuati sia durante la produzione e prima della loro immissione in commercio, sia dopo la loro commercializzazione.
I controlli effettuati prima dell’immissione in commercio vengono attuati allo scopo di verificare gli standard previsti dalle autorità internazionali (Organizzazione Mondiale della Sanità e, per quanto riguarda l’Unione europea, l’EMA) e nazionali.”

Per approfondire il tema rimandiamo al video divulgativo EpiCentro-Iss “La vaccinovigilanza in Italia”:

L’importanza della vaccinazione

Come già menzionato nel nostro articolo Influenza e Covid, come distinguerli? Caratteristiche, sintomi e differenze, è in corso una Campagna di comunicazione sulla Vaccinazione anti-influenzale e anti Covid-19 che sensibilizzi tutti i cittadini all’importanza di proteggere se stessi e, di conseguenza, la comunità, nei confronti di influenza e Covid19 che quest’anno, meritano di essere attenzionate con particolare prudenza.

Riportiamo di seguito il video dello spot televisivo diffuso dal Ministero della Salute sulle reti Rai e Mediaset, oltre che sui vari Social, a partire dal 1 Dicembre 2022:

 

REGISTRATI alla newsletter di Prenotazione Vaccino

© Riproduzione riservata

Bolletta Luce e Gas troppo alta? Scopri come abbattere i costi nel nostro articolo L’esperto consiglia: come risparmiare sulla bolletta di luce e gas

Prenotazione quinta dose Lombardia

Dallo scorso Ottobre anche in Lombardia è possibile, per alcune categorie di persone, sottoporsi alla quinta dose di vaccino anti Covid, come da Circolare del Ministero della salute n.0043189 -17/10/2022.

Vediamo nel dettaglio chi può sottoporsi alla quinta dose e quali sono le modalità di prenotazione nella Regione Lombardia.

A chi è destinata la quinta dose in Lombardia?

La quinta dose (terzo richiamo) può essere somministrata solamente laddove siano trascorsi almeno 120 giorni dalla quarta dose o dall’ultima infezione da Covid (data del tampone positivo) ed è al momento destinata alle seguenti categorie:

  • persone con età uguale o maggiore di 80 anni;
  • ospiti delle RSA;
  • persone di età uguale o maggiore di 60 anni con fragilità motivata da patologie concomitanti/preesistenti.

La lista completa di patologie con indicazione alla quinta dose (terzo richiamo) per i soggetti over 60, è disponibile nel dettaglio alla nostra pagina https://www.prenotazionevaccino.it/prenotazione-quinta-dose/.

Possono sottoporsi alla quinta dose anche tutte le persone con età pari o maggiore di 60 che ne facciano richiesta purché, anche in questo caso, si rispetti l’intervallo di 120 giorni dalla quarta dose o dall’ultima infezione da Covid (data del tampone positivo).

Ciascuna delle categorie sopra elencate deve essersi sottoposta a quarta dose con vaccino a mRNA monovalente (Pfizer o Moderna).

Quali vaccini vengono utilizzati per la quinta dose in Lombardia?

I vaccini utilizzati per la quinta dose (terzo richiamo) sono i vaccini aggiornati ed efficaci sia sul ceppo del virus originario, sia contro Omicron e le sue varianti BA.4 e BA.5 (per questo definiti bivalenti) autorizzati da EMA e AIFA.

Per un approfondimento sui nuovi vaccini aggiornati visitate la nostra pagina https://www.prenotazionevaccino.it/nuovi-vaccini-covid/.

Come prenotare la quinta dose in Lombardia?

Esistono varie modalità di prenotazione della quinta dose, comuni a tutte le categorie aventi diritto:

Quinta dose e Green Pass

Con la somministrazione della quinta dose si ha diritto al rilascio di un green pass aggiornato che sostituisce quello precedente ed ha analoga validità. Le istruzioni complete su come scaricare il proprio green pass sono disponibili alla nostra pagina Come scaricare il Green Pass.

Quinta dose e variante Cerberus

Nelle ultime settimane stiamo assistendo al diffondersi di una nuova sotto-variante di Omicron, detta Cerberus (BQ.1.1) che sta contribuendo all’aumento dei contagi anche in Lombardia e che secondo gli esperti diventerà dominante entro il mese di Gennaio 2023. Alla luce di questo, diventa ancora più importante proteggersi con la quinta dose qualora appartenenti ad una delle categorie aventi diritto, in particolar modo se soggetti anziani o con fragilità, per i quali la quinta dose è fortemente consigliata.

Per ulteriori dettagli sulla nuova sotto-variante Cerberus visitate il nostro articolo alla pagina Covid, variante Cerberus (BQ.1.1): cosa sappiamo e cosa ci aspetta nei prossimi mesi?

Quinta dose Covid ed influenza

Un altro motivo importante per proteggersi con la quinta dose è rappresentato dall’arrivo dell’influenza che quest’anno, dopo due anni di relativa latenza dovuta all’utilizzo delle mascherine e al distanziamento sociale, si preannuncia particolarmente virulenta e promette di diffondersi in tempi molto brevi. Dal momento che è possibile contagiarsi contemporaneamente con influenza e Covid, seppur in rari casi, sottoporsi alla quinta dose diventa ancora più importante (qualora si rientri nelle categorie aventi diritto), anche contestualmente o in tempi ravvicinati al vaccino antinfluenzale, come specificato anche nella Circolare n. 0043189 del 17 ottobre 2022 rilasciata dal Ministero della Salute.

Dal momento che l’influenza e le varianti Covid attualmente in circolazione presentano inoltre alcuni sintomi simili, diventa importante sapere come distinguere le due infezioni. Per approfondire l’argomento visitate la nostra pagina Influenza e Covid, come distinguerli? Caratteristiche, sintomi e differenze.

La quinta dose nella Regione Lombardia è obbligatoria?

La quinta dose (terzo richiamo) nella Regione Lombardia è consigliata per alcune categorie ritenute a rischio (elencate sopra), ma non è obbligatoria poiché l’obbligo vaccinale è rimasto in vigore solamente fino al 15 Giugno 2022 (per i cittadini over-50 e per alcune categorie professionali come operatori sanitari e Forze dell’Ordine).

Tutte le informazioni relative all’obbligo vaccinale sono disponibili nel nostro approfondimento: Obbligo vaccinale over 50: partono le multe per chi non è vaccinato. Tutte le informazioni aggiornate.

 

REGISTRATI alla newsletter di Prenotazione Vaccino

© Riproduzione riservata

Bolletta Luce e Gas troppo alta? Scopri come abbattere i costi nel nostro articolo L’esperto consiglia: come risparmiare sulla bolletta di luce e gas

Prenotazione quinta dose Lazio

Facendo seguito alla Circolare del Ministero della salute n.0043189 -17/10/2022 emessa lo scorso Ottobre, è possibile prenotare la quinta dose di vaccino anti Covid (terzo richiamo) anche nel Lazio.

Vediamo nel dettaglio a chi è destinata la quinta dose quali sono le modalità di prenotazione per la Regione Lazio.

A chi è destinata la quinta dose?

La quinta dose di vaccino anti Covid è al momento destinata alle seguenti categorie di persone, purchè siano trascorsi almeno 120 giorni dalla quarta dose o dall’ultima infezione da Covid (data del tampone positivo):

  • persone con età uguale o maggiore di 80 anni;
  • ospiti delle RSA;
  • persone di età uguale o maggiore di 60 anni con fragilità motivata da patologie concomitanti/preesistenti.

Per la lista completa di patologie con indicazione alla quinta dose (terzo richiamo) per i soggetti over 60, rimandiamo alla nostra pagina https://www.prenotazionevaccino.it/prenotazione-quinta-dose/ dove è disponibile l’elenco dettagliato e completo.

Possono inoltre accedere alla quinta dose tutti i soggetti over 60 che ne facciano richiesta. Resta valido l’obbligo di attendere almeno 120 giorni dalla somministrazione della quarta dose o dalla data dell’ultimo tampone positivo, qualora si sia contratta l’infezione.

Ciascuna delle categorie sopra elencate deve essersi sottoposta a quarta dose con vaccino a mRNA monovalente (Pfizer o Moderna).

Quali vaccini vengono utilizzati per la quinta dose nel Lazio?

I vaccini utilizzati per la quinta dose (terzo richiamo) sono i vaccini aggiornati ed efficaci sia sul ceppo del virus originario, sia contro Omicron e le sue varianti BA.4 e BA.5 (per questo definiti bivalenti) autorizzati da EMA e AIFA.

Per un approfondimento sui nuovi vaccini aggiornati visitate la nostra pagina https://www.prenotazionevaccino.it/nuovi-vaccini-covid/.

Come prenotare la quinta dose nel Lazio?

Esistono 3 modalità per poter accedere alla quinta dose nel Lazio:

In alternativa è inoltre possibile prenotare la propria somministrazione a domicilio chiamando il numero verde 800118800.

E’ inoltre disponibile il numero 06164161841 per ricevere assistenza o apportare modifiche alla propria prenotazione. Il numero è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 07.30 alle 19.30 ed il sabato dalle ore 07.30 alle 13.00.

Cosa occorre per la prenotazione online?

Per prenotare la propria somministrazione online occorre tenere a portata di mano la propria Tessera Sanitaria in corso di validità ed inserire nei campi appositi il proprio codice fiscale ed il numero di identificazione della tessera composto dalle ultime 13 cifre del codice numerico TEAM (leggibile sul retro di questa).

La Regione Lazio provvederà ad inviare, 72 ore prima dell’appuntamento prenotato, un SMS con il quale ricorderà l’appuntamento della somministrazione.

Quinta dose e Green Pass

Successivamente alla somministrazione della quinta dose è previsto il rilascio di un green pass aggiornato. Il nuovo green pass sostituisce quello precedente ed ha analoga validità. Per sapere come scaricare il green pass leggi la nostra guida Come scaricare il Green Pass

Quinta dose e variante Cerberus

L’ultima sotto-variante di Omicron, denominata Cerberus, si sta diffondendo nelle ultime settimane contribuendo all’aumento di contagi anche nella Regione Lazio. E’ importante quindi proteggersi con la quinta dose qualora appartenenti ad una delle categorie per cui questa ulteriore dose di richiamo è fortemente consigliata

Per un approfondimento sulla nuova sotto-variante visitate il nostro articolo alla pagina Covid, variante Cerberus (BQ.1.1): cosa sappiamo e cosa ci aspetta nei prossimi mesi? .

Quinta dose Covid ed influenza

Dopo due anni contrassegnati dall’uso massivo di mascherine, quest’anno l’influenza stagionale sta riscontrando una diffusione maggiore. La quinta dose dose riveste anche in questo caso un ruolo importante per la protezione dei soggetti anziani e fragili, per i quali è importante saper distinguere i sintomi come riportato nel nostro articolo Influenza e Covid, come distinguerli? Caratteristiche, sintomi e differenze.

La quinta dose nella Regione Lazio è obbligatoria?

La quinta dose (terzo richiamo) nella Regione Lazio è fortemente consigliata per le categorie ritenute a rischio, ma non è obbligatoria.

L’obbligo vaccinale è rimasto in vigore in Italia fino al 15 Giugno 2022 e solamente per soggetti over-50 e per alcune categorie professionali (come operatori sanitari e Forze dell’Ordine).

Tutte le informazioni relative all’obbligo vaccinale sono disponibili nel nostro approfondimento: Obbligo vaccinale over 50: partono le multe per chi non è vaccinato. Tutte le informazioni aggiornate.

 

REGISTRATI alla newsletter di Prenotazione Vaccino

© Riproduzione riservata

Bolletta Luce e Gas troppo alta? Scopri come abbattere i costi nel nostro articolo L’esperto consiglia: come risparmiare sulla bolletta di luce e gas

Prenotazione quinta dose

Dallo scorso Ottobre, con la Circolare del Ministero della salute n.0043189 -17/10/2022 è arrivato il via libera alla somministrazione della quinta dose di vaccino anti-Covid19. Vediamo a chi è raccomandata e quali sono le modalità di prenotazione.

Quinta dose, a chi è raccomandata?

Il Ministero della Salute raccomanda la somministrazione della quinta dose di vaccino (terzo richiamo) alle seguenti categorie di persone, purchè siano trascorsi almeno 120 giorni dalla quarta dose o dall’ultima infezione da Covid (data del tampone positivo):

  • persone con età uguale o maggiore di 80 anni;
  • ospiti delle RSA;
  • persone di età uguale o maggiore di 60 anni con fragilità motivata da patologie concomitanti/preesistenti.

Con riferimento a quest’ultima categoria, di seguito la lista di condizioni concomitanti/pre-esistenti di fragilità con indicazione alla quinta dose:

  • Malattie respiratorie:
    • Fibrosi polmonare idiopatica;
    • Malattie respiratorie che necessitino di ossigenoterapia.
  • Malattie cardiocircolatorie:
    • Scompenso cardiaco in classe avanzata (III – IV NYHA);
    • Pazienti post-shock cardiogeno.
  • Malattie neurologiche:
    • Sclerosi laterale amiotrofica e altre malattie del motoneurone;
    • Sclerosi multipla;
    • Distrofia muscolare;
    • Paralisi cerebrali infantili;
    • Miastenia gravis;
    • Patologie neurologiche disimmuni.
  • Diabete/altre endocrinopatie severe:
    • Diabete di tipo 1;
    • Diabete di tipo 2 in terapia con almeno 2 farmaci per il diabete o con complicanze;
    • Morbo di Addison;
    • Panipopituitarismo.
  • Malattie epatiche:
    • Cirrosi epatica
  • Malattie cerebrovascolari:
    • Evento ischemico-emorragico cerebrale con compromissione dell’autonomia neurologica e cognitiva;
    • Stroke nel 2020-22;
    • Stroke antecedente al 2020 con ranking ≥ 3.
  • Emoglobinopatie:
    • Talassemia major;
    • Anemia a cellule falciformi;
    • Altre anemie croniche gravi.
  • Altro:
    • Fibrosi cistica;
    • Sindrome di Down;
    • Grave obesità (BMI >35);
  • Disabilità (fisica, sensoriale, intellettiva e psichica):2
    • Disabili gravi ai sensi della legge 104/1992 art. 3 comma 3.

A chi altro è destinata la quinta dose?

Tutti gli ultrasessantenni che abbiano già ricevuto la quarta dose (secondo richiamo) e che ne facciano richiesta possono accedere alla quinta dose, purchè siano trascorsi almeno 120 giorni dalla quarta dose o dall’ultima infezione da Covid (data del tampone positivo).

Quali vaccini vengono utilizzati per la quinta dose?

Per la quinta dose vengono utilizzati i vaccini aggiornati contro la variante Omicron. Per ulteriori approfondimenti sui vaccini in uso visitate la nostra pagina dedicata al seguente indirizzo: https://www.prenotazionevaccino.it/nuovi-vaccini-covid/.

E’ possibile sottoporsi alla vaccinazione anti-influenzale contestualmente alla quinta dose?

Non solo è possibile sottoporsi a vaccinazione anti-influenzale e alla quinta dose nella stessa seduta, ma questa possibilità è incoraggiata dalle Autorità competenti (Ministero della Salute, AIFA, ISS e Consiglio Superiore di Sanità) le quali ne sottolineano l’importanza nella circolare già citata.

La quinta dose è obbligatoria?

L’obbligo vaccinale in Italia è rimasto in vigore per i soggetti over-50 fino al mese di Giugno 2022 e solo per il ciclo vaccinale primario e primo booster (terza dose).

La quinta dose è raccomandata per le categorie più a rischio già menzionate (che abbiano già fatto la quarta dose) ma non è obbligatoria.

Perché è importante fare la quinta dose?

Come sottolineano gli esperti, con l’arrivo della stagione fredda è ancora più importante, per le categorie a rischio, sottoporsi alla quinta dose poiché in questa stagione siamo esposti anche a molti altri virus respiratori, primo tra tutti l’influenza che quest’anno sembra essere particolarmente virulenta e con sintomi simili al Covid. Per approfondire come distinguere Covid e influenza leggi il nostro articolo a questa pagina: https://www.prenotazionevaccino.it/influenza-e-covid-come-distinguerli/

Oltre all’arrivo dell’influenza, ci troviamo anche di fronte al dilagare di un’altra variante Covid particolarmente contagiosa e che secondo le stime degli esperti potrebbe diventare dominante entro il mese di gennaio. Stiamo parlando della sotto-variante Cerberus (BQ.1.1). Tutti i dettagli sulle caratteristiche di questa nuova variante e su cosa ci aspetta nei prossimi mesi, nel nostro articolo di approfondimento: https://www.prenotazionevaccino.it/covid-variante-cerberus-cosa-sappiamo-e-cosa-ci-aspetta-nei-prossimi-mesi/

Come prenotare la quinta dose?

Le modalità di prenotazione della quinta dose nelle varie Regioni sono disponibili nelle pagine regionali, contenenti tutte le indicazioni specifiche, ai seguenti link:

  • Prenotazione quinta dose Lazio
  • Prenotazione quinta dose Lombardia
  • Prenotazione quinta dose Piemonte
  • Prenotazione quinta dose Veneto
  • Prenotazione quinta dose Liguria
  • Prenotazione quinta dose Provincia Autonoma di Bolzano
  • Prenotazione quinta dose Provincia Autonoma di Trento
  • Prenotazione quinta dose Emilia Romagna
  • Prenotazione quinta dose Campania
  • Prenotazione quinta dose Calabria
  • Prenotazione quinta dose Puglia
  • Prenotazione quinta dose Sicilia
  • Prenotazione quinta dose Sardegna
  • Prenotazione quinta dose Molise
  • Prenotazione quinta dose Basilicata
  • Prenotazione quinta dose Marche
  • Prenotazione quinta dose Abruzzo

Quinta dose e green pass

La somministrazione della quinta dose genera automaticamente un nuovo green pass che viene notificato entro pochi giorni dalla somministrazione.

Il nuovo green pass che, ricordiamo, al momento è necessario solo per accedere a strutture di degenza ospedaliera e residenze per anziani, riporta le informazioni aggiornate sull’ultima vaccinazione effettuata e sostituisce quello ricevuto in precedenza (ad esempio successivamente alla quarta dose).

Per informazioni su come scaricare il green pass leggi il nostro manuale https://www.prenotazionevaccino.it/come-scaricare-green-pass/

 

REGISTRATI alla newsletter di Prenotazione Vaccino

© Riproduzione riservata

Bolletta Luce e Gas troppo alta? Scopri come abbattere i costi nel nostro articolo L’esperto consiglia: come risparmiare sulla bolletta di luce e gas

Covid, quarantena e isolamento: nuove regole in arrivo entro Natale.

In ragione delle recenti dichiarazioni del Ministro della Salute Schillaci in merito al probabile cambiamento delle regole sull’isolamento degli asintomatici, prima di entrare nel merito, facciamo un po’ di chiarezza sulla terminologia.

Cosa si intende per quarantena?

Per quarantena si intende la restrizione di movimento e di contatto con altre persone in seguito al contatto accertato con un soggetto positivo al Covid. La quarantena riguarda persone sane che devono rispettare delle restrizioni per evitare il rischio di diventare veicolo di contagio, essendo potenzialmente in fase di incubazione della malattia. Le regole riguardanti la quarantena Covid sono state abolite il 1 Aprile 2022, pertanto al momento non sono in vigore restrizioni di questo tipo. Resta però valida la regola dell’auto-sorveglianza (come da Circolare del 30/03/2022, n.19680) per un periodo di 10 giorni dal contatto, con l’obbligo di indossare mascherine FFP2 fino al decimo giorno successivo all’ultima esposizione al soggetto positivo al COVID-19 (quindi 11 giorni compreso il giorno dell’ultimo contatto).

Cosa si intende per isolamento?

Per isolamento si intende invece la separazione di soggetti con diagnosi certa di Covid (con un tampone di esito positivo) dalle persone sane, per evitare di diventare veicolo di trasmissione del contagio.

Quali sono le regole attualmente in vigore in tema di isolamento?

In caso di positività al Covid, accertata con un tampone positivo, il soggetto interessato è tenuto attualmente, a rispettare le seguenti regole:

  • in caso di soggetto asintomatico l’isolamento dura 5 giorni, dopo i quali si può effettuare un tampone molecolare o antigenico: in caso di esito negativo si può tornare ad uscire e svolgere le normali attività quotidiane, mentre in caso di esito positivo si continua con l’isolamento;
  • in caso di soggetto sintomatico che non abbia più sintomi da almeno due giorni, è possibile terminare l’isolamento dopo altri 5 giorni ma solo dopo un tampone antigenico o molecolare con esito negativo;
  • in caso di positività persistente, si è tenuti a rispettare l’isolamento per un massimo di 14 giorni, dopo i quali si potrà uscire e tornare alle proprie attività senza necessità di un tampone negativo.

Cosa potrebbe cambiare in tema di isolamento?

Il Ministero della Salute è attualmente a lavoro per elaborare un disegno di legge che potrebbe cambiare le regole relative all’isolamento per i soggetti positivi ma asintomatici.

Più nello specifico: un soggetto positivo asintomatico potrà limitarsi ai 5 giorni di isolamento per poi essere libero di uscire senza necessità di un tampone negativo.

Nessun cambiamento in vista, invece, per i soggetti sintomatici che dovranno, almeno per il momento, continuare ad attenersi alle regole già in vigore.

A tal proposito, il Ministro della Salute Orazio Schillaci, in occasione della presentazione della Campagna di comunicazione per la promozione dei vaccini anti-Covid e anti-influenzali (di cui trattiamo anche in questo articolo) ha dichiarato: “Come Governo vorremmo rivedere le modalità d’isolamento dei pazienti asintomatici, che rappresentano un numero importante, per fare in modo che questi, dopo 5 giorni, possano tornare alle loro attività facendo ricorso all’uso di mascherine se frequentano delle aree dove ci sono i pazienti fragili. Questa impostazione è in linea con gli altri paesi come Spagna e poi la Gran Bretagna. La nostra non è una scelta ideologica ma è funzionale ed evita il continuo ricorso dei tamponi sui pazienti asintomatici”.

“Sono convinto – ha aggiunto – che siamo in una fase diversa della malattia da Covid 19 che oggi non è quella che abbiamo visto tre anni fa. Manteniamo alta l’attenzione ma siamo fiduciosi che si possa uscire dal covid e pensiamo che sia importante ora pensare ai tanti problemi che con il covid sono rimasti indietro, come le liste d’attesa e gli screening oncologici”.

Il parere degli esperti

Dello stesso avviso è l’Istituto Nazionale Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma che afferma: “In molti Paesi è stato ridotto drasticamente il periodo di isolamento per le persone risultate positive a Sars-CoV-2. Noi riteniamo che per gli asintomatici l’isolamento possa durare 5 giorni dalla positività, senza bisogno di un ulteriore test negativo. Per quanto riguarda le persone con sintomi lievi riteniamo che l’isolamento si possa interrompere a 5 cinque giorni dalla comparsa dei sintomi, se senza febbre da 24 ore”.

Secondo lo Spallanzani “Soprattutto in questa fase, dove ci può essere sovrapposizione con l’influenza stagionale, sarebbe opportuno nei cinque giorni successivi, se non si ha un test negativo, usare prudenzialmente una mascherina, in caso di contatto con persone fragili”.

In conclusione: “La comunità scientifica ritiene oggi gli auto test strumento accurato e idoneo a documentare la fine della contagiosità”.

Da quando potrebbero entrare in vigore le nuove regole?

A tal proposito, il Ministro della Salute Orazio Schillaci ha dichiarato all’Adnkronos che il decreto contenente la revisione delle regole sull’isolamento dei positivi asintomatici “arriverà a breve, sicuramente prima di Natale”

Chiaramente sarà nostra cura tenervi aggiornati sull’argomento anche sui nostri canali social.

 

REGISTRATI alla newsletter di Prenotazione Vaccino

© Riproduzione riservata

Bolletta Luce e Gas troppo alta? Scopri come abbattere i costi nel nostro articolo L’esperto consiglia: come risparmiare sulla bolletta di luce e gas

Prenotazione quarta dose Lombardia

A partire dal 1 Ottobre 2022 nella regione Lombardia è possibile prenotare la quarta dose di vaccino per tutti i soggetti over-12.

Per prenotare la quarta dose di vaccino in Lombardia segui le indicazioni di seguito riportate. Ricordiamo che nella regione Lombardia, così come nel resto delle regioni italiane, la quarta dose di vaccino Anti Covid-19 è fortemente consigliate a tutti i soggetti di età uguale o superiori a 60 anni, oltre che ai cittadini over-12 ad elevata fragilità.

Disponibili per la quarta dose anche i nuovi vaccini, quelli aggiornati alla variante Omicron e recentemente autorizzati da EMA ed AIFA.

Quarta dose Lombardia: chi può prenotare la quarta dose (secondo booster)

Al momento in Lombardia, possono prenotare la quarta dose tutti i soggetti over-12 purchè siano trascorsi almeno 120 giorni dalla terza dose o dall’ultima infezione successiva al richiamo.

Ricordiamo che nonostante il vaccino sia disponibile per tutti gli over-12, il ministero della saluta raccomanda la quarta dose in particolare per le seguenti categorie considerate più a rischio:

  • Soggetti Over-60: tutti i soggetti di età uguale o superiore a 60 anni
  • Soggetti immunodepressi: i cittadini residenti in Lombardia con marcata compromissione della risposta immunitaria o sottoposti a trapianto di organo solido (immunodepressi).
  • Soggetti over-12 ad elevata fragilità: quei cittadini, residenti in Lombardia, che hanno almeno una delle patologie indicate dal Ministero della Salute in una specifica circolare e riassunte in questo articolo Quarta dose chi sono i soggetti fragili ed immunodepressi
  • Ospiti e personale RSA
  • Operatori socio sanitari
  • Donne in gravidanza

Seguite questa pagina oppure la pagina dedicata alla quarta dose Prenotazione quarta dose vaccino anti covid-19: come prenotare

Come prenotare la quarta dose in Lombardia

Le modalità di prenotazione variano a seconda della categoria di soggetti coinvolti. Vediamo per ciascuna categoria quali sono le modalità di prenotazione.

Soggetti over-12

Dal 1 Ottobre la regione Lombardia ha aperto le prenotazioni della quarta dose ad un ampia platea, dando quindi la possibilità a chiunque abbia almeno 12 anni di ottenere la somministrazione della quarta dose utilizzando i nuovi vaccini.

Unico vincolo è che devono essere trascorsi almeno 120 dalla terza dose o dall’eventuale infezione Covid (120 giorni dal primo tampone positivo).

Per la prenotazione è sufficiente accedere al portale della regione Lombardia cliccando sul pulsante di seguito. Ricorda che per la prenotazione serve il codice fiscale ed il numero della tessera sanitaria

Soggetti over-60

Per tutti i soggetti over-60 è possibile prenotare l’appuntamento anche online attraverso la piattaforma dedicata cliccando sul seguente link: https://start.prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it/booking/#/login oppure utilizzando il pulsante di seguito riportato.

Ricorda che per la prenotazione serve il codice fiscale ed il numero della tessera sanitaria

Soggetti immunodepressi

Sono contattati per la somministrazione della dose booster direttamente dai Centri specialistici che li hanno in cura, coloro cher invece non sono stati contattati potranno accedere alla dose di richiamo (booster) con accesso libero (senza prenotazione) in uno dei centri vaccinali presenti sul territorio lombardo presentando contestualmente, oltre alla Tessera Sanitaria e al Codice Fiscale, anche la documentazione sanitaria che attesti la propria condizione di salute e i certificati vaccinali delle precedenti somministrazioni. L’elenco delle patologie per le quali si può accedere alla quarta dose è riportata nella tabella fornita dalla regione Lombardia raggiungibile al seguente link: Immunocompromessi.pdf (regione.lombardia.it).

Inoltre è possibile prenotare l’appuntamento anche online attraverso la piattaforma dedicata cliccando sul seguente link: https://start.prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it/booking/#/login con le stesse modalità di prenotazione utilizzate per le precedenti somministrazioni.

Ospiti RSA

La vaccinazioni agli ospiti delle RSA, salvo situazioni particolari, saranno effettuate direttamente in loco nello strutture.

Per maggiori informazioni sulla quarta dose vi invitiamo a leggere il nostro articolo

Consulta anche la nostra pagina Lombardia oppure a far riferimento al sito della regione Lombardia dedicato alla vaccinazione raggiungibile al link sotto indicato:

https://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/vaccinazionicovid

Quali vaccini saranno utilizzati per la quarta dose in Lombardia?

I vaccini autorizzati per la somministrazione della quarta dose sono Comirnaty (Pfizer) con dosaggio 30 mcg in 0,3 mL nei soggetti di età pari o superiore a 12 anni e Spikevax (Moderna) con dosaggio 50 mcg in 0,25 mL nei soggetti di età pari o superiore a 18 anni.

A partire dal 12 Settembre sono disponibili i nuovi vaccini, ossia quelli basati sulla variante Omicron. I nuovi vaccini sono al momento destinati in modo esclusivo alle somministrazioni della quarta dose.

Per informazioni aggiornate sui nuovi vaccini consulta la nostra pagina dedicata Nuovi vaccini covid aggiornati: arrivata l’approvazione dall’EMA

Perchè è importante fare la quarta dose?

Come sottolineano gli esperti, con l’arrivo della stagione fredda è ancora più importante sottoporsi alla quarta dose poiché in questa stagione siamo esposti anche a molti altri virus respiratori, primo tra tutti l’influenza che quest’anno sembra essere particolarmente virulenta e con sintomi simili al Covid. Per approfondire come distinguere Covid e influenza leggi il nostro articolo a questa pagina: https://www.prenotazionevaccino.it/influenza-e-covid-come-distinguerli/

Oltre all’arrivo dell’influenza, ci troviamo anche di fronte al dilagare di un’altra variante Covid particolarmente contagiosa e che secondo le stime degli esperti potrebbe diventare dominante entro il mese di gennaio. Stiamo parlando della sotto-variante Cerberus (BQ.1.1). Tutti i dettagli sulle caratteristiche di questa nuova variante e su cosa ci aspetta nei prossimi mesi, nel nostro articolo di approfondimento: https://www.prenotazionevaccino.it/covid-variante-cerberus-cosa-sappiamo-e-cosa-ci-aspetta-nei-prossimi-mesi/

 

REGISTRATI alla newsletter di Prenotazione Vaccino

© Riproduzione riservata

Bolletta Luce e Gas troppo alta? Scopri come abbattere i costi nel nostro articolo L’esperto consiglia: come risparmiare sulla bolletta di luce e gas

Quarta dose Basilicata

Quarta dose per gli ove-60 al via anche in Basilicata a partire dal 13 Luglio. Oltre agli over-60 sono inclusi anche i soggetti fragili di età superiore ai 12 anni che hanno una delle patologie indicate dal ministro riassunte in questa pagina Quarta dose chi sono i soggetti fragili ed immunodepressi

Quarta dose Basilicata: quali vaccini verranno effettuati per il richiamo (quarta dose)?

La somministrazione della quarta dose , come già previsto anche per la dose addizionale (terza dose), verrà effettuata con vaccini a mRna Pfizer o Moderna.

Come prenotare la quarta dose in Basilicata

La prenotazione della quarta dose potrà essere effettuata con le seguenti modalità:

  • attraverso i 134 Atm Postamat presenti sul territorio regionale;
  • con l’aiuto dei portalettere attraverso i palmari messi a loro disposizione;
  • inviando un SMS con il codice fiscale al numero 339.9903947. Entro 48-72 ore verranno ricontattati dal servizio clienti di Poste Italiane per procedere telefonicamente alla scelta di luogo e data dell’appuntamento.

Inoltre per tutti i Cittadini che riscontrano un errore dopo aver inserito il numero di Tessera Sanitaria e il Codice Fiscale nel portale web, è disponibile il numero verde 800.00.99.66  tramite il quale è possibile aderire al processo di pre-adesione e accedere successivamente alla piattaforma Poste.

Dove viene somministrata la quarta dose in Basilicata

Di seguito l’elenco aggiornato dei punti vaccinali in Basilicata

Provincia di Potenza – ASP Basilicata

  • POTENZA
    Tenda Qatar, Piazzale della Stazione Fermata “San Carlo”
  • MELFI
    Palestra Comunale, via della Cittadinanza attiva
  • VENOSA
    Palestra scuola media “De Luca”, via Appia n. 36
  • SENISE
    Complesso monumentale “San Francesco”, p.zza Municipio n. 2
  • VILLA D’AGRI
    Distretto Asp, via C. Colombo n. 17
    (Importante: dal 26/4 – Via Azimonti nei pressi ex Scuola dell’Infanzia)
  • LAURIA
    Palestra Istituto Secondario di Istruzione Superiore, via Querce dello Speziale

Provincia di Matera – ASM Basilicata

  • MATERA
    Tenda del Qatar (adiacente l’Ospedale Madonna delle Grazie)
  • POLICORO
    Distretto Sanitario di via Moncenisio
  • STIGLIANO
    Palestra I.I.S. “Felice Alderisio”
  • PISTICCI
    Tendo struttura di via Olimpia
  • TRICARICO
    Palestra Scuola media “Rocco Scotellaro”

La ASL di Potenza, nel proprio sito web, rende noti anche gli orari di apertura dei prossimi giorni, che vi riportiamo di seguito:

POTENZA TENDA QATAR  
GIORNI DI APERTURAFASCE ORARIE 
01/12/202208:00-19:30 
LAURIA – Suore Vincenziane (ex scuola materna paritaria)
GIORNI DI APERTURAFASCE ORARIE
07/12/202208:00-13:30
14/12/202208:00-13:30
21/12/202208:00-13:30
28/12/202208:00-13:30
MELFI – Palestra Comunale, Via della Cittadinanza attiva
GIORNI DI APERTURAFASCE ORARIE
05/12/202208:00-13:30
12/12/202208:00-13:30
19/12/202208:00-13:30
PATERNO – Ambulatorio ASP, Piazza Isabella Morra
06/12/202208:00-13:30
13/12/202208:00-13:30
20/12/202208:00-13:30
27/12/202208:00-13:30
SENISE – Complesso monumentale “San Francesco”, Piazza Municipio n. 2
GIORNI DI APERTURAFASCE ORARIE
05/12/202208:00-13:30
12/12/202208:00-13:30
19/12/202208:00-13:30
VENOSA – Plesso Scolastico “La Vista”, Piazza Don Bosco
GIORNI DI APERTURAFASCE ORARIE
06/12/202208:00-13:30
13/12/202208:00-13:30
20/12/202208:00-13:30
27/12/202208:00-13:30
Orari di apertura punti vaccinali ASL Potenza

Perchè è importante fare la quarta dose?

Con l’arrivo della stagione fredda è ancora più importante sottoporsi alla quarta dose poiché in questa stagione siamo esposti anche a molti altri virus respiratori, primo tra tutti l’influenza che quest’anno sembra essere particolarmente virulenta e con sintomi simili al Covid. Per approfondire come distinguere Covid e influenza leggi il nostro articolo a questa pagina: https://www.prenotazionevaccino.it/influenza-e-covid-come-distinguerli/

Oltre all’arrivo dell’influenza, ci troviamo anche di fronte al dilagare di un’altra variante Covid particolarmente contagiosa e che secondo le stime degli esperti potrebbe diventare dominante entro il mese di gennaio. Stiamo parlando della sotto-variante Cerberus (BQ.1.1). Tutti i dettagli sulle caratteristiche di questa nuova variante e su cosa ci aspetta nei prossimi mesi, nel nostro articolo di approfondimento: https://www.prenotazionevaccino.it/covid-variante-cerberus-cosa-sappiamo-e-cosa-ci-aspetta-nei-prossimi-mesi/


Per maggiori informazioni e sulle modalità di accesso alla pre-adesione consultare la pagina della regione Basilicata cliccando sul seguente link: https://www.regione.basilicata.it/giunta/site/giunta/detail.jsp?fw=1&id=3074955&otype=1053

Per informazioni più dettagliate sulla quarta dose vi invitiamo a leggere il nostro articolo Prenotazione quarta dose vaccino anti covid-19: come prenotare oppure consulta la nostra pagina Basilicata. Per la provincia di Potenza è possibile consultare anche la pagina sul sito web dell’ASP CAMPAGNA VACCINALE ANTI-COVID19 “OVER 60 E SOGGETTI FRAGILI OVER 12”: SOMMINISTRAZIONE QUARTA DOSE – ASP Basilicata

 

REGISTRATI alla newsletter di Prenotazione Vaccino

© Riproduzione riservata

Bolletta Luce e Gas troppo alta? Scopri come abbattere i costi nel nostro articolo L’esperto consiglia: come risparmiare sulla bolletta di luce e gas